verso Sgurgola

stiamo per andare  a visitare Sgurgola, come la chiamava Tom.

che in tedesco si chiama Görlitz, in sorabo Zorjelc e in polacco Zgorzelec.

sono molto impaziente e curiosa. dista a circa un’ora di treno da qui, siccome oggi è festa, con 30 euro si fa andata e ritorno in quattro persone (sarebbe valido per 5, qualcuno vuole unirsi?) grazie alle tariffe week end della DB (fine spazio pubblicitario per le ferrovie tedesche).

è un piccolo paese che sta esattamente al confine fra germania e polonia, con un ponte pedonale che unisce Görlitz a Zgorzelec, rispettivamente la città tedesca e quella polacca.

da quando la polonia è entrata in schengen il ponte è libero e senza frontiere, quelle stesse frontiere che poco più di sessant’anni fa volevano dire “guerra” e che adesso invece sono aperte.

non è un bel momento per l’europa, euroscettici ministri degli esteri, euro in crisi, una costituzione che non c’è, la destra al potere un po’ ovunque, chiusura dei governi e dei loro cittadini verso chi cerca di entrare.

spero che la visita a “sgurgola” della quale spero di portarvi qualche storia e qualche foto mi parli di qualcosa di bello e di positivo, in questo vecchio continente che sa sempre di più di plastica sulle poltrone del salotto.

Questa voce è stata pubblicata in germagna e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

6 risposte a verso Sgurgola

  1. ADBlues ha detto:

    I ponti che uniscono mi sono sempre piaciuti più delle frontiere che dividono.

    Fatti una bella foto sul ponte che la uniamo a questa in una bella collezione che serva da iniezione di positività.

    Non nascondo che camminando sul ponte che appunto unisce Francia e Germania mi sono pure commosso un po’…

    —Alex

  2. daniela cugina ha detto:

    Ciao Lucia ti avevo scritto domenica per chiederti se potevi portare delle birre weiss credo si scriva cosi visto che ho saputo che torni definitivamente me le avrebbero chieste dove lavoro sono amanti di quella birra te la pagano naturalmente e sempre che tu le possa portare e se hai tempo visto che stai traslocando ti ringrazio e buon rientro daniela

  3. lucia ha detto:

    ciao daniela, ti scrivo sulla posta.
    per adblues: non ci crederai… ma HDC si è dimenticato a casa la macchina fotografica e la mia era scarica… argh! abbiamo fatto solo qualchhe foto sgrausa col telefono…

  4. Bianca-Hamburg ha detto:

    Mi sa che è tardi per unirmi…uff, peccato che sono cosi’ lontana, la Sgurgola me la sarei visitata con piacere.

  5. markowaldische paola ha detto:

    Ganzo il wochenende ticket. E quelli che quando scendi dal treno la domenica sera ti chiedono se glielo vendi? Typisch deutsch: un biglietto che tu non userai più perché te ne stai tornando a casa dopo la tua gitarella e che se ti rimane in tasca ti impiccia e appena arrivi a casa lo butti nella spazzatura, il costume vuole che tu la venda. Cazzarola ma una cosa così si regala, no?

  6. lucia ha detto:

    :D
    vero. a me piacciono quelli che ti chiedono se hai posto. (per esempio se sei in 4 puoi portare un quinto sconosciuto, giusto dicendo che viaggia con te).
    anche se all’inizio non capivo e mi facevano venire un colpo quando si avvicinavano furtivi alla stazione e ti sussurravano velocissimamente all’orecchio, pensavo volessero smerciare marijuana!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...