i pirati della görlitzer

nella mia strada c´é una ciurma che vedo tutte le mattine. anche stamani erano lí, armati, in cerchio, per decidere il da farsi.

vestiti tutti uguali, arancio fosforescente, sono armati di arpione raccogli mozziconi e sacchetto.

sono capeggiati dal piú vecchio di loro, capelli lunghi, bianchi, raccolti in una coda di cavallo, orecchino d´oro e sigaretta anche alle sei e mezzo di mattina.

viaggiano a coppie o a gruppi e raccattano tutto quello che i civilissimi tedeschi buttano per terra.

perché non é vero che i tedeschi non buttano le cose per terra.

é solo che poi passano i pirati della görlitzer e del loro casino non resta traccia.

la mattina presto il mio marciapiede é un tappeto di bottiglie rotte, sigarette, carte, bicchieri di plastica, e anche cose piú biologiche di cui é meglio non fare l´elenco.

la ciurma capeggiata da capitan codino arriva e in un battibaleno tutto torna teutonico.

riescono perfino a levare i mozziconi dalle righe dei sanpietrini, procedendo a due a due. uno le arpiona e l´altro para il sacco.

in italia penseremmo che sono soldi buttati via, dopo pochi anni sarebbero sostituiti da quelle tremende macchine “sposta sudicio” con le spazzole davanti che terrorizzano i bambini, oppure verrebbero utilizzati come voto di scambio nel sud italia in quanto “lavoratori socialmente utili” assunti, che so, dalla regione sicilia, tanto per fare un esempio a caso.

i netturbini svolgono a dresda un ruolo vitale, sono un bell´esempio di tasse spese bene, sono tanti, gentili, sereni, allegri e mi dicono sempre buongiorno.

e secondo me capitan codino é babbo natale sotto mentite spoglie.

ma non ditelo a nessuno.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

5 risposte a i pirati della görlitzer

  1. Jane Cole ha detto:

    E’ così viene finalmente svelato il segreto di cosa faccia “Babbo” durante l’anno, e pensare che io me lo immaginavo in bermuda su un’isola tropicale ed invece… :D

  2. ADBlues ha detto:

    Macché tasse spese bene…
    Sono sicuro che se chiedi agli Italiani almeno il 70% (ma forse pure di più) ti risponderebbe che son soldi spesi male “tanto c’è la macchina che lavora meglio e richiede una persona sola”…

    Ti dirò, nella mia città qualche anno fa c’erano delle macchine che spazzavano a bordo marciapiede e due netturbini in carne ed ossa che con la ramazza di saggina spazzavano il marciapiede e buttavano il sudicio nelle grinfie della macchina. Già allora la strada pulita-pulita non veniva.
    Adesso hanno comprato delle macchine nuove che hanno un braccio laterale che in teoria dovrebbe salire sopra il marciapiede e spazzarlo ed hanno eliminato i due umani spazzanti.
    La strada adesso è ancora più sporca; per non parlare degli incivili che lasciano la macchina parcheggiata il giorno di pulizia e la spostano solo quando raramente la lavastrade è accompagnata dai vigili ossia una volta ogni morte di papa. eppure sono persone che abitano nella stessa strada ma ai quali evidentemente non frega di vivere in un porcile (salvo poi lamentarsi del comune che mette le strisce blu, che alza la tassa sui rifiuti etc. etc.)

    —Alex

  3. gipo ha detto:

    In Italia penseresti che siano volontari di legambiente o simili, perché le cose intelligenti di solito sono lasciate, come si diceva una volta, “al vostro buon cuore”…

  4. biba ha detto:

    Nella mia strada c’è lo spazzino canterino, invece: saluta tutti, fa il verso del gatto per far abbaiare i cani, canta a squarciagola, passa con la ramazza e raccoglie un buon 10% dello sporco (altrimenti detto “sudicio”) e va via. Fatto!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...