lucettina e le chiavi

lucettina e le chiavi 1

la prima volta avvenne a 24 anni.

lucettina divideva da settimane DUE una casetta très jolie con l´addomesticatore di mostri pelosi del bagno.

l´avevano sistemata tutta e trionfalmente sfoggiavano un bel paio di mazzi di chiave. se li erano divisi.

ogni mazzo tre chiavi.

il portone, il pianerottolo, casa.

lucettina era molto felice e passeggiava saltellando per via del Gallo. a Lucca.

e guardava e riguardava quelle chiavi, le prime chiavi di una casa vera, sola con l´addomesticatore, senza coinquiline pisane, da soli. una vita “da grandi” stava cominciando e lei ancora non ci credeva.

e se le passava da una mano all´altra. lanciandole verso l´altro e guardandosele felice.

durante uno di questi voli una chiave, una sola chiave si staccó dal mazzo. quante possibilitá c´erano che da un portachiavi chiuso male una chiave si staccasse in volo? non lo so e non lo voglio sapere.

quante probabilitá c´erano che quella chiave finisse senza neanche un rimbalzo nel tombino sotto ai piedi dell´attonita lucettina?

lucettina e le chiavi 2

nella casa con l´addomesticatore la vita scorreva tranquilla e c´erano particolari pomeriggi estivi pieni di sole, di studio e, soprattutto di Valentina.

Valentina veniva a pranzo da me, si chiacchierava, si fumava una sigaretta e poi si andava al suo studio a studiare, io i decapodi dal di fuori e dal di dentro, lei le case, piú che altro dal di fuori ma anche dal di dentro.

uno di questi bei pranzi, con un bel vento fresco, avevo lasciato le finestre aperte perché il riscontro rinfrescasse la casa. Valentina suonó il campanello, proprio mentre avevo acceso il fornello sotto la pentola dell´acqua.

le corsi incontro… ero cosí contenta di vederla. misi i piedi sul pianerottolo e il vento chiuse la porta alle mie spalle. la porta del pianerottolo, che dava accesso sia a casa mia che a un magazzino di proprietá del fratello della padrona di casa.

vlam.

a poco valsero i tentativi di bussare, per vedere se il mostro peloso del bagno ci veniva a aprire.

sperammo che la padrona di casa avesse le chiavi di quella porta e cosí la cercammo a casa sua. non c´era. ma ci dissero dove abitava suo fratello, l´uomo piú magro del mondo, uno che gira con i sassi in tasca per non farsi portare via dal vento.

lo trovammo che partiva per le vacanze. ci fece una piccola ramanzina, ma poi ci aprí la porta.

ancora l´incendio non era partito.

lucettina e le chiavi 3

inutile riperlo, lo trovate cliccando qui.

lucettina e le chiavi 4
1) volevo portare andrea alla sauna
2) gli ho detto di non portarsi dietro cellulari e portafoglio, solo i soldi in tasca.
3) lui si é portato dietro anche la carta di identitá.
4) io l´ho preso in giro per questo.
5) al momento di chiudere la porta io ho pensato che lui avesse le chiavi e lui ha pensato che le avessi io.
6) ci siamo ritrovati fuori di casa, con i cellulari, le chiavi e i documenti chiusi dentro.
7) dopo vari e inutili tentativi di scassinare la porta i vicini ci hanno fatto entrare in casa loro.
8) ho trovato su internet il telefono di casa della Bionda ma non rispondeva.
9) ho trovato quello di Arne che ho chiamato da casa dei vicini per avere i cellulari degli altri (anche Romy, oltre alla Bionda aveva una copia delle chiavi)
10) arne non aveva il cellulare di ines ma solo quello di romy
11) ho chiamato romy ma aveva il cellulare spento
12) mi sono vergognata di stare in casa dei vicini e sono scappata a chiamare romy a randa da una cabina, senza successo.
12bis) siamo passati in bici da casa del ragazzo di ines sperando fosse lí ma in casa non c´era nessuno.
13) stanchi e affamati ci siamo arresi, siamo andati in una pizzeria italiana dove in italiano ho spiegato il problema.
14) non avevano internet ma avevano l´elenco del telefono di dresda
15) ho chiamato tutti gli amici che conoscevo e dei quali mi ricordavo il cognome ma non ho mai trovato nessuno.
16) ho provato a richiamare anche arne, ma non rispondeva piú.
17) alla fine sono andata in un internet café, dove nella posta ho cercato il cellulare di thomas che ricordavo avere.
18) ho trovato su skype stephan che ho contattato.
19) lui aveva il cellulare della Bionda, che era al corso di flamenco.
20) lei ha detto che sarebbe passata dopo un´ora da casa mia.

io sono stata molto, molto felice.
 
a casa ho bevuto due litri e mezzo di tisana e poi sono svenuta nel letto.
 
spero solo che le avventure di lucettina e le chiavi finiscano qui.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

14 risposte a lucettina e le chiavi

  1. giulietta ha detto:

    ma non potresti legarti il mazzo di chiavi al collo? Cmq io ho sempre l’incubo di dimenticare la chiavi dentro. Chiedo a zito tremila volte, tu le hai, si e tu? Male che vada devo andare a Lipsia a prendere un mazzo a casa di mio fratello…

  2. cugifà ha detto:

    alla mia mogliera è successo 2 volte la prima ho speso 100 euro per farmi aprire la porta da uno scassinatore abilitato con una sorta di foglio che pre consistenza e colore sembrava una lastra, la seconda volta avevo in tasca un pezzo di una mia vecchia lastra che avevo furbescamente tagliato e inserito nel portafoglio per usarla al momento, così ho fatto e così sono rientrato in casa senza spendere soldi.
    Prova a metterti in borsa un pezzo di lastra vecchia.

  3. giovanni62 ha detto:

    la casa della mia compagna è in campagna (scusate ) al primo piano con sempre la finestrona della sala semiaperta, e questo mi permette ogni volta che accade di arrampicarmi con una maxiscala e fare l’uomo ragno………
    :-)
    fino ad ora 3 volte…..

  4. donna allo specchio ha detto:

    ah ma è successo anche a mer, nella vecchia casa. Ero in pigiama con un bel febbrone un pomeriggio di anni fa. Un ‘amica doveva passare a trovarmi e, perchè la scala che avevo in casa faceva macchia, decisi di mettere la scala nel cortiletto.Esco con la scala in mano e boom, la porta si chiude. Ed io resto in pigiama come una cretina con la scala in mano.
    Sono uscita in strada e sono andata a rifugiarmi cosi com’ero, col pigiama cogli orsacchiotti, i capelli scomposti e gli occhi fuori dalle orbite nel ristorante del proprietario dove l’ho aspettato per un ora.

    Oggi non sarebbe possibile, penserebbero che abbia l’influenza porcina e mi metterebbero subito in quarantena

  5. Bianca_Hamburg ha detto:

    Ma che piano abiti? Magari si poteva tentare un’arrampicata sportiva!

  6. Ciao, ti sembrerà una domanda strana ma ieri eri su un treno dalle parti di viareggio??

  7. lucia ha detto:

    :D no! in compenso ieri, rileggendo un vecchio post con un tuo commento mi chiedevo dove fossi finita! buffissima la vita!

  8. i casi della vita… :) cmq davvero pensavo che fossi tu… per fortuna però non ho parlato con la ragazza che ho visto sul treno… mi avrebbe preso per una pazza ;)

  9. 4ngel0 ha detto:

    Vedi?

    Se Havessi avuto la chiavetta uèb da te tanto vituperata risolvevi il problema passando direttamente al punto 18… :p

    E già lo vedo HDC, ore e ore fuori casa senza poterZi laWare le manE! Per la prossima volta conZiglio la seguente soluzZione, uan bella borraccetta da S. Bernardo a tracolla, piena di amuchina…

    Che genio che sono! Mi faccio paura d’assolo!

  10. unarosadimaggio ha detto:

    Hai mai pensato di mettere una porta con combinatore come quella delle porte delle zone di massima sicurezza?

    Certo, semrpe che tu abbia una buona memoria perché la numerazione é di 8 cifre!!!!!

  11. caterina71 ha detto:

    lucia ti sembrerò pazza perchè trattandosi di un contesto virtuale forse i miei pensieri sembreranno fuori luogo ma ho l’impressione che mi stai snobbando e questo mi dispiacerebbe perchè mi era sembrato di cogliere una certa sintonia..
    ciao e buonanotte

  12. lucia ha detto:

    caterina, non capisco, come forse avrai notato, per mia “indole” non rispondo ai commenti “uno per uno”, non per cattiveria ma solo per indole mia. di questi tempi, non ho avuto molto tempo per stare su internet e quindi l’ho dedicato soprattutto a scrivere, mi dispiace se ti ho dato questa impressione.
    ciao!

  13. caterina71 ha detto:

    ciao lucia…forse perchè per me è un momentaccio, allora personalizzo e drammatizzo tutto…ma sono contenta che sia solo una mia impressione..
    ciao cara amica

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...