palline, culi sabbia e franScia

è stato bellissimo nei vostri commenti veder tirar fuori da ognuno “il proprio ciclista”.

è stato un pochino come aver ripreso di nuovo il mifratello per i piedi e averlo trascinato sulla spiaggia rovente, per il culo, per fargli fare una pista adatta alle palline di plastica.

che dentro avevano un ciclista.

ciclisti.jpg

saronni, moser, cipollini, bartali, coppi, gaul, nencini, pantani e tanti altri ancora. ricordo il mio amico francese severin che non riusciva a pronunciare “chiappucci” e io che ridevo come una matta a farglielo fare in un estate all’elba.

era l’estate che il mammuth ancora si chiedeva (e io con lei) se occhetto davvero stesse facendo bene a fare quello che avrebbe fatto l’anno dopo, e le discussioni si protraevano sempre, ogni sera, fino a notte, era l’estate che sarei partita per la prima volta in francia da sola, era l’estate dei miei 15 anni, era l’estate che il tour lo vinse greg lemond e chiappucci alla fine arrivò secondo, ma di po’o.

ho sempre preferito che il “mio ciclista” in effetti vincesse il tour invece del giro.

solo per fare un dispetto ai francesi.

la franScia. la nostra seconda casa fin da piccoli, amata e sfidata sempre.

la prima frase che il mifratello imparò a scrivere in franScese da piccino fu “à bas la france!” lo scrisse su una cartina della franScia sulla quale mise un divieto di accesso e la piantò in giardino.

era il 14 luglio di non so più quale anno, ma dopo poco arrivò una ciurma di franScesi a cena a casa per festeggiare “la bastille”. :)

“I francesi che si incazzano” sono molto divertenti.

non ci posso fare nulla. sono francofona e francofila. avrei tanto desiderato vivere in franScia invece che in krukkia, i miei scrittori preferiti sono quasi tutti francesi, adoro la musica francese, ho tanti amici in francia, soprattutto una donna speciale con la quale sono cresciuta (ciao Evelyne! hai imparato a venire sul blogghino? chissà!) ma quando si tratta di sfide non c’è verso.

la franScia deve perdere e l’italia deve vincere.

anche se poi lo so che ci sarà sempre chi mescolerà sport e politica, sport e società.

lo so anche io, bella forza, che la franScia è meglio. laggiù sono laici, sono moderni, hanno avuto la rivoluzione e hanno avuto voltaire. ma io parlo di bici, di pallone, di piscina.

e un francese che perde con un italiano ha per almeno sei mesi un’aria molto, ma molto più simpatica!

via, scelgo proprio la foto che li farà incavolare di più.

:)

cipollini.jpg

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

7 risposte a palline, culi sabbia e franScia

  1. paleomichi ha detto:

    Anche io sono francofila (eh, si, meglio la Francia della Kukkia, non c’è dubbio!) ma quando nel 2006 vincemmo i mondiali per prima cosa chiamai il mio ex (francese) e i suoi amici per prenderli in giro.
    E subito dopo a uno scavo in Krukkia il primo giorno gli autoctoni mi chiesero di fronte ad una francese ingrugnatissima: ma allora, che ne pensi di Materazzi?
    Vive la France si, ma dopo l’Italia!

  2. Simona ha detto:

    ma che bel posticino..e concordo perfetamente!
    Ma lo sai che l’altro giorno a mensa ho dovuto “brontolare” un omino che diceva che Garibaldi era franScese?? e che sui libri di storia lo chiamano l’eroe dei due mondi = della francia e dell’italia? incredibili..
    un bacio!!

  3. cugifà ha detto:

    direbbe Matteo che ha 2,5 anni:
    Fratelli d’Italia
    l’Italia s’è desta
    dell’elmo di Scipio s’è cinta la testa
    dov’è la vittoria
    le porga la chioma
    che schiava di Roma ecc……
    Comunque conosce pure PITTA ALE’ (non so come mai ma la Marsigliese la chiama così) l’inno dell’Irlanda e pure l’Haka dei Maori. Ci stiamo organizzando per inno scozzese inglese e gallese.
    Anche se poche volte, praticamente una, anche noi popolo regbistico abbimo goduto un sacco contro la Francia (finale coppa Europa 1997 vinta clamorosamente da noi cenciando i cugini galletti che avevano già la coppa in casa).

  4. ADBlues ha detto:

    La foto che hai messo è bella (e poi Cipollini farebbe incazzare chiunque, altro che i francesi e basta); comunque la foto che preferisco è questa: Bartali in maglia gialla con Coppi e Magni (mio concittadino) in maglia tricolore di campione d’Italia che tipi tosti!

    —Alex

  5. Gaia ha detto:

    Siii!!! Pure io francofila e francofona e con famiglia mezza franScese… adoro tutto della FranScia tranne la loro maledetta voglia di primeggiare… pure la Ferrero pensano sia franScese!!
    Essendo ahimè anche calciofila, anche per me il 10 luglio 2006 è stato impagabile (ancor più dell’ 11 luglio 2006 in cui sono diventata Dott.Mag.).. e sopratutto i mesi e mesi dopo!!!

    Vive la France ma che vinca sempre l’Italie! (Nei giochi, eh! Che sia chiaro!)

  6. Felipe ha detto:

    Scusa Gaia, ma la vittoria ai mondali è stata il 9 luglio, non il 10. Naturalmente tutti noi abbiamo festeggiato fino alle prime luci dell’alba del 10.
    Aggiungo che i francesi non vogliono primeggiare solo nello sport, ma anche nella geografia. Ricordo quando al liceo si studiò la Corsica e la lettrice ci rispose in perfetto stile gallico: “Oui, la Corse était italienne, ma maintenant c’est a nous!” (traduco per quelli che non sanno il francese: Sì, la Corsica era italiana ma ora è nostra). Così ha tagliato il discorso senza addentrarsi troppo sul come ed il perché fosse stata ceduta dai genovesi ai cugini d’oltralpe.

  7. Gaia ha detto:

    Azz Felipe c’hai ragione, in quei giorni ero un po’ confusa!! :-)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...