Smm

ho un amico, si chiama alberto.

fa il manager.

stica.

il Super Mega Manager. per la precisione.

alberto lavora in un campo simile al mio.

ma alberto non mi assomiglia in nulla.

alberto ama lo sport, fino all’estremo, corre la maratona, alberto.

alberto non ama la politica. alberto non ama la buona letteratura, alberto non ama il cinema impegnato.

alberto ama ballare e balla anche bene, alberto.

alberto ama le donne, le moto e gli orologi col cronometro.

alberto a volte mi ascolta parlare e non sa se sono ingenua o solo terribilmente noiosa.

alberto a volte mi dà una mano, con il lavoro, perchè i suoi consigli sono importanti e io gli do retta e ancora non ho capito se faccio bene o male.

alberto mi ha spinto a a andare a lussemburghio, a scoprire il mondo, a provarci, a uscire da un lavoro noioso e confinato nella rassicurante e barbogia provincia di lucca.

alla fine, sinceramente non lo so come mai siamo amici io e alberto.

di certo io non sono “la sua donna ideale” e lui non è “il mio uomo ideale”.

altrettanto certo è che ogni volta che siamo entrambi a lucca ci cerchiamo e ci diciamo: “dai, facciamo due chiacchiere”

e altrettanto certo è che ogni volta ci incazziamo come bestie.

l’ultima volta che ho visto alberto ci siamo incazzati come bestie infatti.

perchè mi ha fatto piangere, alberto.

io mi lamentavo del lavoro, e di patata, e dei documenti e del tedesco e della germania e di tutto.

e lui mi ha ascoltato un pochino.

e poi si è incazzato, alberto.

“del chiaro ma dove sei finita? la pianti con questa lagna? hai finito? che ti hanno fatto lassù? io non so chi sei. tu non eri così, mi correggo, tu non SEI così. ti rinvieni un secondo per favore?”

e io sono crollata.

ho pianto in pizzeria. davanti a alberto.

ero morta. triste. arrabbiata nera.

poi ho visto per caso entrare mio fratello, ho tirato sù col naso e siamo andati a fumare con lui una sigaretta.

e poi abbiamo finito la cena. con alberto ancora incazzato e io ancora triste.

e quando mi ha lasciato a casa ho pensato che il Smm aveva ragione.

io non sono così.

io non sono una persona triste.

io non mi tiro giù.

io resisto perchè io sono allegra e intelligente e forte e frau patata no.

non sono io che ho un problema con patata.

è patata che ha un problema con me.

e il fatto che un maratoneta che ama le donne e le moto lo avesse capito e io no un po’ mi rode.

ma da allora tutto è diverso.

non ho più visto alberto.

quasi non l’ho sentito.

solo un paio di sms e di mail per sapere come stavo.

“sto bene smm. mai stata meglio”

“bene. lo sapevo del chiaro. ora vai e spaccali”.

grazie alberto.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

8 risposte a Smm

  1. zundapp ha detto:

    un maratoneta che ama le donne e le moto? mi è simpatico.
    e comunque ha ragione, e tu hai fatto benissimo a mettere la patata al suo posto. (che, essendo patata, sarebbe con il culone piantato per terra…).

  2. arry ha detto:

    sembra quasi una risposta a quello che volevo comunicarti io… ecco, appunto. Prima di “committare” questo commento, ho controllato. c’era una risposta al mio commento.

    Io non so se ce la farò a cambiare. mi sa che cambierò lavoro, aria, ambiente. perchè il capo ha solo 3 anni più di me. perchè… perchè ho amato il mio lavoro. perchè c’ho messo passione. perchè hanno ucciso il mio entusiasmo.

    e perchè tutti quelli che sono fuggiti (compresi i due scappati in GermaGna)… ora stanno meglio.

    grazie per la risposta nel post precedente!

  3. 4ngel0 ha detto:

    Il posto delle patate? la pentola…adesso che ce l’hai buttata…affetta e facciamo una bella inZalata…

  4. Andrea B ha detto:

    Generalmente anche io bruscamente dò le scosse agli altri. Sono una bestia e credo di aver fatto piangere e incaxxare più di una persona (nonostante io odi i conflitti e litigare…). Il mio “fin di bene” però è viziato dal pensare che c’è modo di reagire e in fondo me ne sento in colpa… Quello che un pò mi assolve è che il voler bene alle persone è sincero… Anche se ho fatto tutto io… :-)

  5. Simona ha detto:

    credo che ogni tanto ci voglia qualche alberto a scrollarci un po’ e dopo averci fatto incazzare o piangere, farci riflettere e migliorare..un bacione bimba! :)

  6. SMM ha detto:

    grazie cara..veramente simpatico il racconto ma soprtattutto il modo in cui è andata a finire..perchè TU sei veramente FORTE

  7. marco ha detto:

    l’agrituriiiismo…

  8. SMM ha detto:

    ma l’agriturismo de che!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...