un anno vissuto pericolosamente!

ieri sera cena di festeggiamento di “un anno di amicizia”.

è grazie a questa strana combriccola che si è creata un anno fa che i miei giorni a dresda passano allegramente, che ho degli amici da invitare a cena e con cui chiacchierare, è grazie a quella combriccola che sono entrati nella mia vita thomas, stephan, christin, romy, antony, yvonne e tutti gli altri.

e quindi mi pareva giusto festeggiare.

è andata così: forse molti di voi non leggevano il blogghino quando partì l’esperimento “trova un marito a dresda” .

bene, durante quel favoloso esperimento (che consiglio a tutti, non si trova né moglie né marito, ma si ride un casino!) il primo ragazzo che si presentò con un mazzo di fiori era antony.

durante la cena fra le varie chiacchiere ci chiese come mai avevamo dato il via a questa follia.

e ines rispose candidamente che non conoscevamo nessuno qui a dresda e che volevamo conoscere un po’ di gente.

e lui ci disse “ah, ma è facile, io sono in una mailing list di persone, che quando ha in mente di fare qualcosa, che so, andare al cinema, giocare a beach volley, fare una passeggiata o andare a cena scrive una mail a tutti crea un appuntamento. e chi vuole ci va.

a me sembrò una cosa un po’ folle, ma tanto non era più folle che mettere un annuncio sul giornale per trovare marito, e quindi detti a antony il mio indirizzo.

dopo poche settimane, fra le mail in krukko che mi arrivavano ne scelsi una che avevo capito facilmente. c’era un brunch alle dieci, allo scheune, il locale indiano a due passi da casa mia.

pensai che dovevo farmi coraggio e provare a conoscere un po’ di gente se volevo sopravvivere.

e così andai.

e finii vicino a stephan e thomas, e iniziammo a chiacchierare e stephan mi disse che era stato a pisa un anno e che gli era piaciuta tanto e allora io partii con la storia di pisa merda.

e per il giorno dopo fu organizzata la prima caotica cena a casa mia.

e così ecco che adesso ho degli amici a dresda.

così è la vita, come dicono i tedeschi.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

16 risposte a un anno vissuto pericolosamente!

  1. Mana ha detto:

    Io l’esperimento me lo ricordo eccome…il che significa che bazzico da queste parti da almeno un anno! Non so come direbbero i tedeschi a questo proposito, ma a me verrebbe spontaneo un “dia’olo!!”
    ps. il bello di assentarsi qualche giorno dal blogghino e’ che sai per certo che ci saranno almeno 5-6 post nuovi di pacca che ti aspettano – instancabile fraudelciaro :))

  2. lucia ha detto:

    manottola!!! mi chiedevo infatti… ma dove é finita la manuccia? welcome back! :) buongiorno/buonanotte!!!
    ps: hai letto che vengonammerega?

  3. ADBlues ha detto:

    Pure io me lo ricordo quel post, allora vuol dire che è da più di un anno che ti rompo le scatole…! ;-)

    —Alex

  4. 4ngel0 ha detto:

    Io non lo ricordo…o non leggevo il blogghino, oppure me lo sono scrordato. Propendo per la prima, ma anche la seconda mi lascia dei dubbi.

    Ah…ho visto che a DD quelle piante rossiccie e spinose hanno ancora delle bacchette rosse…perché non ne raccogli qualchEDuna (tipo un migliajo) e le lasci nelle scarpe delle patate? Le forconate l’hai scampate già una volta…non c’è uno senzha due!

    P.S.

    Se le bacchette non ci sono, vanno bene anche i rametti spinosi.

  5. Donna allo specchio ha detto:

    si si, me lo ricordo anch’io l’esperimento (anche se ll’epoca leggevo il blogghino, ma commentavo poco). Eccellente idea!!!

  6. Simona ha detto:

    :D sì, me lo ricordo bene, con io e Lilith che ti racciomandavamo di fare attenzione :D e invece guarda che bello. sono nate un sacco di amicizie!
    Un bacione e buona gironata..

  7. lucia ha detto:

    questo vuol dire che anche noi “ciurma” di blogghino dovremmo fare una cena no? :)
    sarebbe ganzo. peccato che siamo tutti sparsi ma magari d´estate… chi lo sa!

  8. jonuzza ha detto:

    bisogna sempre aver fiducia nell’umanità, se no si rimane zitti e soli chiusi in casa!Onore al merito del tuo ardire e viva la sorte che ti è stata amica

  9. ADBlues ha detto:

    Se si tratta di mangiare (ed anche di bere), io son sempre pronto!

    —Alex

  10. Simona ha detto:

    sì, sì!! organizziamo la cena blogghino per l’estate!! :)

  11. michela ha detto:

    si, dai, viva la cena di blogghino!!!!
    Carina l’idea, quasi quasi ti copio…. no, non ce la faró mai, non sono abbastanza coraggiosa…
    Un bacio!

  12. Donna allo specchio ha detto:

    oh che bello ! la cena blogghino! almeno si da un volto ai nomi (e soprannomi)!! e poi nonostante sono pochi anni che leggo il blogghino mi sembra di conoscervi tutti da una vita

  13. lucia ha detto:

    e va bene! allora si parte col progetto “cena blogghino!”
    io sarò in italia per le vacanze estive tra la fine di luglio e la metà di luglio. qìun pochino vorrei anche andare al mare, anche se ancora non so dove. ma sarò anche a lucca, quindi in questi mesi vediamo di organizzare qualcosa ok? :) ganzo!

  14. Andrea B ha detto:

    Sono un nuovo arrivato da un pò… Però mi farebbe ridere… E a luglio c’ho concertone a Milano… Seguo l’andazzo dalla Svizzera, soprattutto se gli intrusi che viaggiano in treno possono fare i portoghesi e infilarsi senza invito/biglietto! :-)

  15. ADBlues ha detto:

    “tra la fine di luglio e la metà di luglio”….
    Cosa sono, vacanze all’incontrario o stai in ferie 11 mesi e mezzo?

    ;-)

    —Alex

  16. lucia ha detto:

    voto la seconda! no, mi son sbagliata, dicevo ovviamente la fine di giugno, che, come tutti sanno, è “gno”.
    ok.. la smetto con le battute da cruciverba alle sette di mattina…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...