l´uomo dei sassolini

a dresda nevica. un sacco di volte. e piú spesso ancora gela. tipo glassa.

e allora per terra vengono sparsi dei sassolini neri, che servono per non scivolare, e che rendono la strada nevosa simile alla stracciatella gelata.

questi sassolini vengono tenuti in cassonetti speciali, ai bordi delle strade, nelle piazze, nei cortili delle grandi aziende come la mia.

quando la neve si ritira restano sulla strada milioni di sassolini pulitissimi, bianchi, che scrocchiano sotto le scarpe.

e i sassolini vengono raccattati di nuovo e messi nei cassonetti per la prossima volta.

dove lavoro io c´é un signore che si occupa di questa cosa. sciolto il ghiaccio gira con la carriola (o “pruetta” come diceva il mio nonno, pruetta mi piace molto di piú) un granatone di metallo e il badile.

e li ripiglia tutti e li rimette a posto.

leva tutti i sassolini dal cortile e dal marciapiede vicino alla fabbrica. con calma e precisione.

tutte le mattine. dedica a questo lavoro circa un´oretta, tutti i giorni, fino a che non ha finito.

spesso quando ha finito rinevica e cosí deve spargere di nuovo tutti i preziosi sassolini.

lo incontro sempre, nel cortile o per la strada, quando entro la mattina.

mi diverto a fermarmi sempre un secondo, perché é uno dei pochi che mi parla sorridente.

c´é un solo problema.

non l´ho mai capito.

neanche una volta.

ha dei problemi alla bocca, che non muove bene, in piú parla sassone, in piú é tedesco.

non saprei neanche dirvi se ogni mattina mi dice la stessa cosa o una diversa tanto é il buio che ho nella mente quando mi parla. io gli sorrido, gli farfuglio un guten morten e me ne scappo sperando che non veda mai il punto interrogativo nel mezzo della fronte.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

16 risposte a l´uomo dei sassolini

  1. ADBlues ha detto:

    Secondo me quello tutte le mattine ti dice: “allora cara Frau italianen, tu afere finalmente kapiten che io farti superkazzolen tutte le sante mattinen?”

    —Alex

  2. elena ha detto:

    io invece non capisco come mai i sassolini quando li spargono sulla neve sono neri e quando li ritirano sono diventati bianchi…

  3. 4ngel0 ha detto:

    I sassolini sono il famoso “Streugut”, che vuol dire semplicemente roba che si sparge…Sono dannatamente appuntiti, e sono dappertutto. Spero di non cadere mai per terra, altrimenti mi ci stragio le mani!

    @Alex…il tipo è sassone…quelli mica lo sanno che fanno le supercazzole (a
    nche ai teteski)… Gli sta seNplicemente dicendo di alzare le scarpe, perché vuole raccattare anche i sassolini che gli sono rimasti infilati nelle suole.

    So’ precisi ‘sti teteski…

  4. 4ngel0 ha detto:

    @elena: Ovvio! pigliano il colore della neve!

  5. lucia ha detto:

    per elena: perché quando li spargono sono sporchi e quando la neve se ne va li ha tutti lavati. non dare retta a angelo che si droga.
    :)

  6. Roberta ha detto:

    a me capita sempre di parlare con un irlandese in palestra, e non riesco mai a capirlo, quindi le mie uniche risposte a qualsiasi sua domanda e’ “yes”. Ti capisco, oh, come ti capisco!

  7. 4ngel0 ha detto:

    Ah si? E come mai se li ripongono nelle apposite cassettine si sporcano? ForZe lo smog?

    Und jeztz will ich Dich! Los Los!

    P.S.
    Traduco per i non germanisti (ovvero coloro ai quali Remo Germani non piace): Ed ora ti voglio! Su’ Su’!

  8. lucia ha detto:

    weil die Käste sehr schmutzige sind und die Steinschen stehen für einen ganzen Jahr dort. und manchmal sie kommen ganz neu von die Berge.
    biskaraccien!

  9. 4ngel0 ha detto:

    Und nun beginnt einen neuen Teil des Blogghino…Der deutscher!
    …Du hast mich ja für die Haare gezogen…Ok…fingen wir an…

    Mit dem Schwantz!
    Deine Theorie steht nicht in Füße…Echt, daß die Kästen schmutzig sind…aber… nur einen kleinen teil der Scheiße wird sich schmutzig machen…und auch die neuen…sie sollten weißfärbig sein…aber…sie sind schwartz…Dann gibt’s nur eine einzige eche Theorie…Die Steinchen werden vom Schnee gefärbt…

    Und jetzt sag etwas im Gegenteil…

  10. Bianca-hamburg ha detto:

    Etwas im Gegenteil!!!
    :-)

  11. elena ha detto:

    ‘sti tedeschi però, che delusione! Perché non li lavano anche prima di spargerli i sassolini? son proprio degli sporcaccioni!

  12. lucia ha detto:

    bianca I love you! :D

  13. 4ngel0 ha detto:

    Di’ la verità…una risposta come la sua manco te la sognavi eh? eheheh

  14. lucia ha detto:

    in effetti stavo pensando ai mille modi per mandarti a quel paese quando bianca mi ha risolto il problema.
    :)

  15. Andrea B ha detto:

    Ma per caso il tizio che parla in sassone lo incontri solo da qualche giorno e ti sorride perchè ti scrocca internet? ;-)

    Schwarz oder Weiss sempre prete (pietre nel mio dialetto…) sono, ma ipotizzo che ci sia un omino, chissà dove, che le raccolga una per una per portarle giù dalle montagne… Qui in Svizzera ci sarebbe di certo, visto che trovano anche quelli che rovistano nella spazzatura alla ricerca di tracce che ti identifichino quando non usi il sacco giusto…

  16. lucia ha detto:

    :) anche a lussembiurghio era così!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...