con aemilia a berlino

geometrie-6.JPG

eccoci  qua! le due squinternate made in tuscany nella grande kapitale teteska.

in questi due giorni ho avuto pochissimo tempo per il blogghino, il computer dell’hotel dove ero era un misterioso oggetto di design e come tutti gli oggetti di design impossibile da usare.

ho visto tornando che ha mangiato qualche commento che avevo scritto e dato una formattazione tutta sua a uno dei post.

devo ringraziare un angelo custode che ha risolto tutti i problemi teNNici entrando nel blogghino e pubblicando quello che non riuscivo a pubblicare.

un bacio grande.

e ora eccomi a dresda, fra l’altro, come accade spesso, di nuovo in partenza. ho fatto bene a lasciare la valigia aperta nel corridoio.

domani torno in italia, fine settimana lucchese (dove voglio mangiare solo kebab) e poi una settimana di stage a l’ aquila.

poi riborda kebab lucchese e poi Trstn di nuovo, come dice gianluca.

da dove partire?

ma dalla bella aemilia naturellement!

sul suo, di blogghini, trovate già una cronaca in pisano. di qua la traduzione in lucchese (che si sa, pisamerda e tuttaluccacelopuppa).

ci siamo incontrate alla stazione, io arrivavo dal far east (berlin köpenick) e lei da potsdam dove lavora.

faceva un freddo che non si stava, per cui ci siamo avviate a passo di bersagliere a fare due passi.

la cupola del bundestag era aperta.

la coda per entrare inesistente, visto il freddo.

siamo entrate, ci siamo divertite a fare le scimmiette ammaestrate come nella foto che vedete in cima, e a fare le turiste giapponesi (io avrei fotografato anche le righe del pavimento, ero in piena botta da foto).

nel tornare indietro ci siamo trovate a fare la coda per l’ascensore con i partecipanti al convegno “i cecchini moderni, ottiche e prospettive”.

non sappiamo chi fossero, ma erano TUTTI vestiti con cappotto nero, sciarpa nera e guanti neri.

avevano i capelli corti e erano enormi. qualcuno neanche malaccio, ma comunque di un krukko assoluto.

quando ci siamo trovate dentro l’ascensore ci è venuto un pochino da ridere.

eravamo le uniche donne, (eravamo pigatissimi, saranno stati una ventina) le uniche colorate e in confronto a loro eravamo piiiiiiiiiccolissime.

io poi non sono neanche tanto piccina, ma emilia se la sarebbero potuta benissimo mettere in tasca.

geometrie-9.JPG

il sorriso che ci è spuntato timidamente si è presto trasformato in una risata a scena aperta. abbiamo riso fino quasi alla porta di brandenburgo, da dove ho chiamato il mammuth per salutarla da berlino. abbiamo salutato i cavalli e ci siamo avviati unter den Linden  a cercare qualcosa da mangiare, affamate come due lupacchiotte.

siamo entrate in un ristorante che a me piaceva abbastanza, anche se per berlinesi fighi (e noi eravamo tutte prese a raccontarci cose degne del vernacoliere, irraccontabili su codesto blogghino dabbene) e dove abbiamo mangiato e bevuto una birrettina.

poi metro e stazione, che era l’ora di tornare a casa…

a presto cara Berlin, e a presto cara emilia!

Questa voce è stata pubblicata in germagna e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

11 risposte a con aemilia a berlino

  1. emi ha detto:

    un bacione bella, sfondati di kebab e torna vincitrice!

    ps: leggi qui
    http://www.wittgenstein.it/2009/01/27/non-solo-kebab/

    non sono d’accordo con il contenuto però mi piace la su’ definizione di “lucchese” :))

  2. Angelo ha detto:

    Eh…dico…ma anche voi…entrate nel palazzo del potere…non lo sapete che il potere è per definizione sordo e grigio? Che ci volevate trovare un gruppo di Hippie (ormai sdentati…)?

    Probabilmente vi hanno preso per delle provocatrici…tutte colorate!

  3. Alienor ha detto:

    Daiii! Ma ultimamente torni tantisSssimo e io sono contentisSsima!
    Venerdì sera vieni a fare l’aperitivo allo Zero? C’è anche il kebabaro lì accanto! ma volendo ci possiamo spostare anche quello di via Elisa..così, per trattassi bene..;)

  4. Conte Ejacula ha detto:

    Emilija,
    per quanto riguarda la definizione di lucchesi (ovvero “democristiani finti toscani”), da qualche parte in comune ci sta scritto “lucchesi sempre, toscani mai”, tanto per mettere i puntini sulle i.
    PS: quasi quasi chiedo asilo politico a Pisa (ahibo’!)

    PPS: Frau D.C. sabato 31 mi sembra ci sia anche una manifestazione anti nonno Favilla e Candelise, con appropriate libagioni da qualche kebabbaro, se ci sei vatti a ingozzare anche te ;)

  5. Conte Ejacula ha detto:

    Frau D.C.
    tra l’altro, a proposito di blog in homepage, mi sa che te (e di rimando io) siamo stati tra le cause della tempesta mediatica anti regolamento di nonno Favilla, lunedi’ mattina mi sembra che il blogghino tuo fosse in homepage (e nessuno aveva ancora pubblicato la notizia sui quotidiani nazionali, tranne lo schermo.it, per quel che conta), non vorrei che qualcuno di repubblica.it avesse letto il tuo post e pubblicato la notizia di conseguenza…^___^

  6. lucia ha detto:

    mah… non lo so. sarebbe ganzo peró! non era in HP, era solo fra i blog in evidenza nella pagina di accesso.
    ma credo che repubblica.it usi altre fonti!
    :)
    fra venerdí e sabato di certo seguiró l´invito di alienor, ancora non so a che ora arrivo perché gli aerei per pisamerda erano pieni e atterro a peretola, se sopravvivo cerco il primo treno per venire a luccamerda.

  7. lucia ha detto:

    vi copio e incollo quello che é arrivato su faccia libro, se qualcuno fosse interessato.

    Oggetto: Kebabbata a Lucca….Invito!

    Chef Kumalé & The Couscous Clan segnalano l’aperitivo kebabbata in S.Paolino a Lucca venerdì 30 alle 19.30 organizza… Il Guardiano del Farro!

    Fuori i gruppi
    Polenta SI Couscous No
    +Rum – Rom
    da Facebook

    Stop allo xeno-foodismo!

  8. Conte Ejacula ha detto:

    Mah, ti diro’, un paio di volte son riuscito perfino a far correggere tramite mail delle notizie messe alla volé sul loro sito, non sarei così sicuro…

    comunque per tornare a bomba, ho fatto un loghetto da stampare su qualche maglietta per la bisogna, se gli ìncliti lettori e la padrona di casa tramite i suoi amichetti lucensi volessero farne buon uso per sabato prossimo nei sarei ben lieto ^^

  9. lucia ha detto:

    per i krukkofoni…
    http://www.spiegel.de/reise/aktuell/0,1518,604358,00.html
    per la serie figure di merda internazionali…

  10. 4ngel0 ha detto:

    Complimenti!
    Certo che il nostro paese ultimamente è una vera fucina di figure di merda…
    Comunque mi aspettavo qualcosa di più caustico dalla Spiegel…si stanno forse rammollendo?

    Ah…vedo che atterri a per’etola…AhiAhiAhiAhi!!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...