27 gennaio

sono a berlino per il giorno della memoria.

direi che c´é molto poco da aggiungere.

non dimentichiamo mai.

guardiamo il cielo, di berlino, di roma, di varsavia, di praga, del mondo.

e fermiamoci un momento a ricordare.

perché non accada mai piú.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

11 risposte a 27 gennaio

  1. ADBlues ha detto:

    Invece a me pare che l’umanità abbia la memoria sempre più corta…

    …purtroppo :-(

    —Alex

  2. Lilith ha detto:

    …e quando moriranno anche gli ultimi testimoni viventi tutto sarà dimenticato. I partigiani saranno ricordati come “ladri di galline”, la Resistenza un manipolo di delinquenti e l’Olocausto un’invenzione dei comunisti…
    E poi tutti a guardare la De Filippi e il Grande Fratello!! Olé!! E il lavaggio del cervello è completo…

  3. Simona ha detto:

    eh, purtroppo ho paura che abbia ragione la mia compaesana Lilith…

  4. Angelo ha detto:

    Non so se è peggio il dimenticare o il manipolare…ne senso…meglio che non si ricordi nulla o che il tempo e l’arte dei soliti imbroglioni manipolino i fatti storici?

    Per caso ieri in autobus c’era un vecchio che raccontava di come la sua famiglia sia scampata ad un rastrellamento nazista, e di come alcuni suoi conoscenti siano stati fucilati dai tedeschi. Continuava raccontando del suo periodo alla macchia e di quando, tornato a casa, non fu riconosciuto dalla madre…era troppo magro! Ha finito dicendo che quelle cose non se le sarebbe potute scordare mai…Lui, ma noi? La nostra società?

    Gli avrei fatto un monumento!

  5. Donna allo specchio ha detto:

    Concordo con alex, gli ebrei hanno sofferto moltissimo (e nessuno lo deve dimenticare), poi sono andati in Israele e adesso impongono ai palestinesi quello che loro hanno dovuto sopportare

  6. Angelo ha detto:

    DAS: non siamo al genocidio, ma al ghetto. Chi ci guadagna dalla situazione?

  7. crash ha detto:

    Non sarà MAI dimenticato. Non ci sono parole per qualificare quell’orrenda pianificazione di morte.

  8. Donna allo specchio ha detto:

    @angelo: quello che è successo in palestina con + di 1000 morti di parte palestinese di cui almeno 3/4 civili lo chiami semplicemente ghetto? per me è qualcosa di +.

    Chi ci guadagna: i mercanti di armi compari di Bush ed europei,

  9. Angelo ha detto:

    DAS: si…ma non è il rastrellamento e l’eliminazione programmata e sistematica…comunque da un popolo che ha sofferto così tanto ci si aspetterebbe un atteggiamento diverso…invece…

    Alex ha ragione…non abbiamo imparato nulla! C’è qualcuno che si ricorda dei campi di concentramento scoperti nella ex Jugoslavia? e dei curdi? ecc…?

  10. Donna allo specchio ha detto:

    @angelo: no, ma ci andiamo molto vicino,
    è vero ci sono altri campi di concentramento ed altre fosse comuni, io ci aggiungerei anche il darfur

  11. Felipe ha detto:

    Era un bel po’ che non venivo su questo blog (ma scommetto che non si è sentita la mia mancanza). Martedì sono andato al cinema a vedere un nuovo film sulla memoria: Ogni Cosa E’ Illuminata. E’ un film un po’ alternativo (come quasi tutti quelli del cineforum, ovviamente) sulla memoria. C’è chi dice che sia un successo pseudo-umoristico quasi alla pari di Train De Vie. Mah… se qualcuno l’ha visto mi faccia sapere la sua opinione.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...