activities

 mm.JPG

ieri varie attività.

fra le quali comprare altre cose per la cucina (sta diventando una roba spaziale, aprirò un ristorante!) e un regalo per il compleanno di christin.

compleanno festeggiato alla grande.

a casa sua (bellissima casa di ciofane rakazza teteska precisa ma dolcissima) con una allegra tavolata.

sono molto rare le occasioni nelle quali scopro che anche in germania si può mangiare qualcosa di buono.

quindi mi ricorderò della tavola imbandita di christin, con tante verdure condite senza salse misteriose, con pomodori secchi, olive, pollo, guacamole e insalata caprese.

mi direte: ma non sono ricette tedesche! esatto. per quello erano cose buone! ;)

una serata nella quale fra l’altro ho confermato la mia teoria sulla “kinder” e i tedeschi. (vedere post di qualche giorno fa).

una ragazza mi  ha porto una scatola di varie trogolezzine kinder, mini kinder cereali, mini kinder bueno e mini kinder barretta (quella più latte meno cacao, che ci sarà poi da vantarsene?!) dicendomi “vuoi? li conosci?”

e io, serpe, che non aspettavo altro: “ah grazie, sì sì, li conosco, ci sono cresciuta, sono italiani!”

mi ha guardato come una pazza e io non ho fatto altro che alzare il coperchio e mostrargli la parolina “ferrero” tronfia di patriottismo dolciario-trogolezzo.

dopo questo bello scambio di informazioni ci siamo messi a giocare a “activity” che non so come mai ma è un gioco che mi riesce.

in tedesco.

si devono mimare, disegnare o spiegare parole che generalmente, come vuole la sacra tradizione tedesca, sono composte da altre due o tre parole, quindi anche se uno lì per lì non sa il significato finale (a volte son dei giri concettuali un po’ pindarici) basta che indovini le parole “base” e le metta nell’ordine giusto.

sono riuscita a mimare: Rauchenhüsse (la tosse del fumatore, era facile, va bene, era facile), Adlerauge (occhio d´aquila) Heckenschütze (cecchino), e altri che non ricordo.

ho disegnato: Schutzhaube (cofano della macchina), Europapokal (coppa europa), Spiegelbild (l ´immagine dello specchio) e varie altre amenitá.

sono contenta di aver indovinato “oculista” (Augenartz) e un paio di altre che non mi ricordo piú.

e credo di non ricordare molto per colpa della quantità di amaro ramazzotti (meglio l’amaro che l’eros, ma non prendetela come regola generale!) che ho ingurgitato e che da ieri sera alle due e mezzo (dovrei dire forse allora “da stamattina”) si rifiuta di abbandonare il mio sistema digerente inquinandone ogni luogo.

così imparo a fare la pervertita con gli amari.

sono leggermente nauseata stamani…

qualcuno ha un caffè forte?

a proposito di caffè: il regalo per christin è stato composto da tazzine da caffè insieme a un  prezioso pacco di caffè equo e solidale della ‘oppe, regalato contestualmente alla moka da quattro che gli ha preso stephan.

vediamo un pochino se si riesce a educare sti tedeschi a bere caffè fatto per il verso!

ps: fra i tag consigliati c’era “eros” ovviamente ce l’ho messo, vediamo se arriva qualche matto! eheheheh!

Questa voce è stata pubblicata in germagna e contrassegnata con , , , , , , . Contrassegna il permalink.

28 risposte a activities

  1. Angelo ha detto:

    Per il doposbronza puoi fare come Compay Segundo, una bella colazione a base di brodo di teste di pollo…Se funziona per lui con il Rum, funziona di sucuro per te con la maro ramazzotti.

    Però cazzo…una ciucca di amari…oddio…sto male pure io…

  2. zundapp ha detto:

    una tronca di ramazzotti ammazzerebbe un cavallo (credo di non averlo mai assaggiato, almeno è buono?), fatti una vasca di caffè e qualcosa per il mal di testa.

  3. lucia ha detto:

    mah… è un po’ da fie (dovrei scrivere phyae ma non voglio dare a angelo troppe soddisfazioni) non troppo amaro…
    di solito non faccio di codeste scelte suicide. ma quello c’era e nella foga del gioco…

  4. Andrea B ha detto:

    Il mio etilometro personale tra ieri e venerdì ha superato il suo livello, peraltro molto basso… E’ cosa nuova per me, che faccio solo all’estero, visto che in Italia normalmente non bevo… Ma d’altronde, nelle terre d’oltralpe sembra che senza alcool il divertimento sia non solo impossibile, ma sostanzialmente che l’alcool sia il divertimento. E quando parlo di alcool non parlo di vino, ma di una gamma che va dal denaturato all’esano…

  5. ADBlues ha detto:

    Leggendo il commento di Andrea B mi è subentrato un tremendo prurito alle mani ma mi trattengo sennò Lucia mi banna dal suo blog!

    —Alex

  6. unodicinque ha detto:

    il ramazzotti no!!!!! Magari il Montenegro, così puoi fare la figa archeologa o la figa veterinaria…..Comunque quei giochini sono deliziosi, noi a volte li facciamo persino in famiglia; purtroppo siamo cinque ed è difficile fare le squadre, che sono sempre male assortite: genitori contro figli viene tre contro due, maschi contro femmine viene tre contro due. Abbiamo provato un maggiorenni contro minorenni……ma è stato improponibile! :o)

  7. michela ha detto:

    che brava!!! il gioco dei mimi-delle-parole-composte-teteske mi sa tanto di impossibile….
    ma hai visto che le confezioni della Ferrero qui in GermaGna sono diverse? La prima volta che ho visto i Ferrero rocher stavo per fare causa per “plagio”…
    Vorrei mandarti il file che ti avevo detto, mi fai sapere l’indirizzo tamite mail?
    Un bacio e viva la cucina italiana!
    Michela

  8. gianlu ha detto:

    Ricapitolando:
    cena buona fra amici
    divertimento
    regalo azzeccato
    soddisfazione kinder (come ci piace punzecchiarli sti crucchi!)
    e sei pure stata brava al gioco delle parole
    Sei diventata ufficialmente la mia eroina (nel senso di “femminile di eroe”…)

    E cosa vuoi di più dalla vita?…….
    Lucania, diffidate “delle” imitazioni!

  9. lucia ha detto:

    per gianluca: come diceva garibaldi a anita: “sei la mia droga!” (intendendo l’eroina). ahahahah. scusate… delirio da ramazzotti…
    per michi: mandata! :)
    per 1of5: mi sa che in 5 comunque la girate viene sempre un casino! comunque genitori contro figli è un grande classico, io lo terrei… (e per ora ovviamente tifo figli… non me ne vorrai no?)
    per alex: non so cosa volevi dire, ce l’hai con l’esano?
    per andreab: in svizzera ho visto bere vino in bicchieri grandi come ditali da sarta… bevono in svizzera? ma, soprattutto, esiste la svizzera? ;)

  10. ADBlues ha detto:

    L’esano non è un alcool…
    Me lo hai chiesto tu, vero? :-D

    —Alex

  11. lucia ha detto:

    immaginavo fosse quello.

  12. Andrea B ha detto:

    Tanto non ci crederete se vi dico che, prima di scrivere esano, ho controllato sulla wiki e sapevo bene che non fosse un alcool… Era voluto, tanto per dire che il palato degli svizzeri non è in grado di distinguere niente…

    Io la chimica la odio causa pessima insegnante universitaria e prima ancora carente scolastica… Però, per motivi lunghi a spiegare, ho lavorato per qualche anno con fior di chimici e qualcosa mi è rimasto attaccato…

    Non lo so se la Svizzera esiste, ma guardando fuori dalla finestra, a volte Nonno, Nebbia e le caprette mi hanno fatto ciao… Deliri alcolici… :-)

  13. lucia ha detto:

    ci credo ci credo!
    solo che conosco anche i miei polli!
    :)
    saluta peter, mi raccomando!

  14. Andrea B ha detto:

    Peter è un pò che non lo vedo… Ma la storia dice che si fosse innamorato di Clara che lo snobbava perchè donna sofisticata di città. Fin quando la portava in spalla sull’alpe era bene accetto, poi è stato relegato al ruolo di comparsa nel momento in cui lei ha ripreso a camminare. Ora pare che lei sia alla deriva nella casa di Francoforte dove tiene feste tecno a base di droghe sintetiche insieme alla Rottelmeier che sta alla cassa per far pagare gli iingressi, mentre lui sia in America a fare il pugile a Philadelphia… :-) Per Heidi tutto un altro percorso…

  15. lucia ha detto:

    ti prego raccontami di lei! (flat flat flat!=occhioni)

  16. Silvia So ha detto:

    Ciao!
    Passa nel mio blog, c’è un premio per te!!

    xx
    Silvia So

    P.S.: l’ho scritto qui perché non ho trovato come mandarti un messaggio privato…

  17. Angelo ha detto:

    Aidi (o Heidi) ha purtroppo fatto una finaccia.

    Dopo aver partecipato ad una delle feste di Clara, ha esagerato con un mix di ketamina e LSD. Il trip le ha fatto ricordare un passato fatto di abusi e violenze da parte del nonno, che così corroborava i lunghi inverni nella baita. A questo punto, ormai dipendente dall’LSD è decisa a vendicarsi, e armata di un machete di mezzo metro, si dirige verso la baita del nonno, che, malato e prossimo alla morte, per espiare le sue colpe fa volontariato presso un’associazione per la difesa della fanciulla. Heidi lo raggiunge, ed in preda alla cocaina, nonostante il pianto del nonno, gli apre la testa con un colpo di machete, poi lo macella con una motosega e dà fuoco alla baita per nascondere le tracce. Da quel giorno nessuno ne sa nulla, tanti la dicono in sudamerica, dove è riuscita a scappare grazie al programma vaticano per la protezione dei preti pedofili.

    Oppure no…

  18. Andrea B ha detto:

    Per Heidi le voci erano effettivamente confuse… La storia di Angelo ha un fondo di verità, ma una alternativa recita che dopo aver partecipato ad un reality show sulla vita in campagna, abbia iniziato una fallimentare attività di import export di carne di pecora con la Nuova Zelanda… Sull’orlo della rovina, il Nonno svizzero le ha fatto fare un prestito da una banca della loro terra che ha portato a delle perdite tali da mettere al tappeto il sistema economico (è storia di questi mesi purtroppo)… Il Nonno è quindi in galera dove pare abbia stretto contatti con la Jakuza giapponese, mentre Heidi è emigrata in Colombia, da dove ha ripreso i contatti con Clara per una nuova impresa che si dice frutti bene… Si è sposata 15 volte e ha 12 figli… Un numero imprecisato li ha avuti con il padre di Clara… Tutto sommato, una storia di successo… ;-)

  19. Angelo ha detto:

    @andrea.b Sicuro? Non ti stai per caso sbagliando con la Candy della omonima serie?

  20. Andrea B ha detto:

    @Angelo: non credo… Lei pare che che sia manager alla Gazprom e in grossa intimità con un non meglio specificato premier… Ma anche qui, una storia vaga… :-)

  21. Mana ha detto:

    Ma qui e’ il delirio!

  22. lucia ha detto:

    mi piace!!!
    resta un dubbio: con tutte le capre che aveva proprio con le pecore è andata a commerciare?
    si è venduta alla concorrenza?
    ps: vedo che il blogghino è in ottime mani quando sto un po’ assente! ;)

  23. Andrea B ha detto:

    Il fiuto per gli affari di heidi non deve mai essere stato un granchè… Forse distrutto dalla puzza di formaggio…

  24. gianlu ha detto:

    io non lo so…

    Lucia mi cade sul lucano

    Andrea B sull’esano (lo sanno tutti che è un sedere con sei facce)
    e poi le caprette lo sanno anche i sassi…

    “Heidi, Heidi le caprette ti fanno ciao”.

    E’ proprio che vi mancano i fondamentali….
    ;)

  25. valeriascrive ha detto:

    bellissima la frase sulla kinder “certo che li conosco, ci sono cresciuta”

    :)

  26. lucia ha detto:

    per gianluca: “le caprette ti fanno BAU” invece era la versione appunto dopo i party a base di lsd.
    per valeria: :) chi di noi non ha sognato una vagonata di “ovini kinde”?
    :D anche se, devo ammetterlo, la cioccolata degli ovini kinder chiede vendetta! fa davvero schifo…
    per andrea B: con “ovini” kinde non si intendono le capre.
    :)

  27. Andrea B ha detto:

    Pensa che ho conosciuto una ragazza che lavora alla Ferrero qui in Svizzera… Chissà come fanno a togliere i peli di capra dalla cioccolata!
    ;-)

  28. lucia ha detto:

    che sia l’ingrediente segreto della nutella?
    :)

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...