tic tac tic tac!

lola_rennt.jpg

Ieri sera.
Le sette di sera. Al lavoro.
Il grande capo, ho saputo dal “corridoio”, vuole parlarmi.
Per questo sto aspettando che mi convochi.
E non oso andarmene.
Alle sette e un quarto perdo le speranze.
Esco. Me ne vado a casa. Mi levo le scarpe. Mi rilasso e mi verso un bicchiere di vino.
Suona il telefono.
“dottoressa, dov´è? le va bene se ci vediamo fra dieci minuti al mio albergo e mangiamo qualcosa insieme in centro?”
“certo, sono in zona, sono APPENA uscita!”
Da casa mia al suo albergo ci vogliono 15 minuti in tram. Luci corri!!!
Mi infilo le scarpe di nuovo. No, non quelle da neve che mi sono appena tolta, degli stivali un po´ammodino. Ha chiamato il grande capo, mica il primo bischero.
Esco di corsa.
Sguincio sul ghiaccio e spapereggio fino alla fermata del trammino.
Lo prendo al volo. Scendo vicino al suo hotel e inizio a correre.
Per fare prima taglio da dentro lo Zwinger.
È notte. È buio. Il cielo è nerissimo. E il prato dello Zwinger bianchissimo di neve.
Un silenzio perfetto. Penso che sia un vero peccato che non possa fermarmi a ascoltare questo silenzio di neve. E allora lo faccio, per un secondo. È il gran capo, mica un fidanzato.
Arrivo. Trafelata ma sorridente. Ceno, discuto, racconto, ascolto.
Alle dieci e mezzo tutti a casa. Lui inizia a lavorare alle sette e io alle otto. Ma lui è il gran capo e io no.
Alle otto mi pare giá anche troppo presto.
Riprendo il trammino, devo aspettare un pochino.
Mi ricordo che prima che il grancapo chiamasse avevo messo a fare la lavatrice.
Mi ricordo anche che stamani magó aveva convocato la mefitica riunione delle otto.
Penso che se voglio stendere la lavatrice, aggiornare il blogghino, fare colazione come si deve e anche dormire, devo andare a letto appena torno a casa, mettere la sveglia alle sei e mezzo e fare tutto per bene.
Arrivo a casa poco prima delle undici. Mi infilo nel letto e cerco di dormire al volo.
Ma ovviamente non ci riesco.
Il grancapo, la riunione, il tedesco, l´inglese, il casino nella testa, l´andare di corsa sulla neve… tutto si mescola in sogni confusi.
..
Quando stamattina ha suonato la sveglia mi sono alzata di corsa. Ho evitato per un soffio lo spigolo dell´armadio, ho messo sú il caffellatte e mentre il caffè passava ho steso in bagno la lavatrice (il contenuto, non proprio l´elettrodomestico).
Ho trangugiato la spremuta mentre accendevo il computer, ho scritto il blogghino mangiando tipo oca una fetta di pane di patate con la marmellata di arance e bevendo il caffellatte come idraulico liquido.
Quindi mi sono vestita a caso, mi sono lavata il viso come i gatti, i denti per bene e sono uscita.
Erano le sette e trenta.
Il trammino fino alle otto passa ogni venti minuti, solo dopo le otto si fa piú frequente (ogni otto minuti, san trammino). mancavano quindici minuti al primo trammino. non me lo potevo permettere.
Quindi sono andata a passo svelto fino alla fermata successiva dove ne passavano altri due utili.
Sentivo la spremuta litigare col caffellatte in pancia.
Sono salita sul numero undici, per schshchcertnziztz. Ridente paesino misterioso.
Ho appoggiato la testa al vetro e mi sono quasi addormentata per le tre fermate che mi separavano dalla mia.
Sono scesa in trans.
Sono arrivata correndo in ufficio.
Erano le 07.50.
Ho esultato e ho stretto la mano a Hans dicendo: “sono in tempo!”
Lui mi ha guardato come una matta. era lí, da mezz´ora, giá col computer acceso, la penna in mano e le ciabatte ai piedi.
Sgrgsgrgrgrgr…
Ma come diavolo fanno?
Vanno a letto alle nove mi sa…
E comunque poco dopo piccola soddisfazione.
Magó aveva “le pesche all´occhi” come dicono i miei amici livornesi (lilith e simona confermate?) e sembrava si fosse pettinata coi petardi.
Aveva ancora sul viso porcino la riga del guanciale.
Ah.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

18 risposte a tic tac tic tac!

  1. Lilith ha detto:

    Confermo!
    Ma il Grande Capo, sarebbe il bellone livornese??;-)

  2. lucia ha detto:

    confermo.
    ma era solo una cena di lavoro. e non puó andare bene come fidanzato, é giá sposato.
    :)

  3. Angelo ha detto:

    Ma una pulita in terra la potevi anche dare eh…Le mani occupate, ma il posto per la scopa c’era sempre (citazione da FILMONE di Lino Banfi…qual’è??)

  4. Lilith ha detto:

    “Non sono ricchioneee, non mi chiamo Frifrì…sono commissariooo e ti faccio un c…o cosììììì” … ;-) Altro FILMONE Banfesco…

  5. Simona ha detto:

    confermo, confermo :) e hai fatto bene a stare un attimo a ascoltare la neve ;)

  6. ADBlues ha detto:

    Ho capito perchè non mi daranno mai una promozione: a me quel paio di volte che mi è capitata una situazione simile ho sempre risposto “veramente sono già in pigiama comunque tempo una mezz’oretta ed arrivo…” ;-)

    Spero sia stata una cena piacevole (con cibo decente, intendo) ed una discussione fruttuosa.
    Spero anche che tu abbia avuto l’opportunità di toglierti quei due o tremila sassolini che le patate tedesche ti hanno infilato a forza nelle scarpe.

    Un abbraccione!

    —Alex

  7. Angelo ha detto:

    @lilith: eheheh…altro grande pezzo del cinema itaGliano…E se penso che ora Banfi fa nonno libero…mi viene il groppo in gola…

  8. Lilith ha detto:

    Angelo…anche a me! Sob e sigh…:-

  9. Mana ha detto:

    Ma sapete secondo me qual e’ la cosa piu’ comica? La locandina cinematografica a commento del tutto! Luci, mi hai fatto troppo ridere :))

  10. lucia ha detto:

    adoro quel film, è uno dei miei preferiti.
    bella manaccia la miseriaccia! :D

  11. jonuzza ha detto:

    no no no, Luci, così non va bene. questa vita NON si fa. salvati appena sei in tempo Taddeo

  12. Angelo ha detto:

    Quale…vieni avanti cretino o fracchia la belva umana? Beh…non importa…tanto a DD di questi CAPOLAVORI ne porto una paccata per la proiezZione della domenica…sperando che ci sia ancora un numero di italiani degno di una proiezione…

  13. Mana ha detto:

    Su “manaccia” hai l’esclusiva, non mi ci aveva mai chiamato nessuno! Mmciu’, evviva il venerdi’!

  14. lucia ha detto:

    veramente mi riferivo a lola corre, ma anche fracchia la belva umana non è male!
    un bacio alla manaccia! :D

  15. Lilith ha detto:

    Lucy, sforzati a rimettere i commenti per ordine, perchè così “un ci si ‘apisce un tubo”… :-(

  16. Lorenzo ha detto:

    Non ho capito granchè da questa sequenza di commenti.

    Lola corre l’ho rivisto qualche giorno fa

    Mi sembra il caso di aggiungere solo che la protagonista Franka Potente in questo film è “VERAMENTE ECCEZZIUNALE” :-)

  17. lucia ha detto:

    per lilith: non c’è verso! non so come mai vengono ordinati dal più nuovo al più vecchio invece che al contrario.
    faccio un appello agli scEnziati bravi coi compiute: angelo e alex: mi sapere risolvere il mistero?
    pliiiiiiiiiiiiiiiiiiiiiis!!!
    (ps: ho visto che anche valeria-valeriascrive ha i post ordinati in questo modo, e anche ecomamma. voi avete cambiato qualcosa di proposito nelle impostazioni o anche a voi è successo e non sapete come cambiarlo?)

  18. ADBlues ha detto:

    Ovviamente Angelo avendo un blog su Kataweb potrà essere più utile di me.
    Per quanto ne so io sulla piattaforma WordPress (quella usata da Kataweb) l’ordine dei commenti dipende dal programma e non è configurabile dall’utente.
    È però possibile che Kataweb abbia modificato il programma (il bello dell’open source!) e che ci sia il modo per configurare questa cosa dalla bacheca dei settaggi.

    Ti consiglio di spulciare tra le impostazioni dei commenti.

    —Alex

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...