benvenuta piccolina

ruban-rose.jpg

vi avevo già raccontato la sua storia, e adesso sono felice di annunciarvi che è nata in inghilterra la prima bambina che non subirà un cancro al seno di origine genetica-familiare.

la mamma è portatrice di un gene alterato (Brca1) che esponeva “l’erede” a una probabilità di avere il cancro al seno pari all’80%.

gli inglesi sottopongono gli embrioni fecondati artificialmente a screening genetico per una serie di malattie molto gravi, come la fibrosi cistica,o il morbo di huntington, e da qualche anno hanno autorizzato lo screening genetico anche per geni “suscettibili” vale a dire quei geni che danno una “probabilità di malattia gravemente invalidante”.

vediamo le cose per benino, per sgombrare il campo a alcuni dubbi.

i geni “suscettibili” non sono i geni “per la miopia” o “per l’obesità” o “per le lentiggini”.

sono geni che danno una percentuale alta di sviluppare malattie familiari gravi.

eliminando il gene dalla linea familiare di questa bambina non solo non lo porterà lei, non lo porteranno nessuna delle sue figlie e discendenti.

questo neanche vuol dire che questa bambina non si ammalerà mai.

semplicemente avrà le stesse probabilità del resto della popolazione che non porta l’alterazione di quel gene.

e adesso cerchiamo di capire di nuovo come questo gene è stato tolto dalla discendenza familiare.

sia chiaro una volta per tutti: non è possibile, almeno per ora, togliere un gene “con le forbici”.

non si “toglie” un gene come si toglie l’appendice o un dente.

un gene si presenta in due o più forme alternative (che si chiamano “alleli”: ricordate il pippone sui piselli?) in questo caso si presenta in una forma “alterata” e in una forma “sana”. quindi quando si parla di “eliminare un gene” in realtà si parla di eliminare un allele, selezionando gli embrioni che presentano solo gli alleli sani.

per togliere un allele dalla discendenza familiare vengono fecondati in vitro degli ovuli e dopo tre giorni quando gli embrioni iniziano a svilupparsi, allo stadio di otto cellule ne viene tolta una.

questa cellula viene analizzata per vedere che geni contiene. le cellule di un embrione a quel momento dello sviluppo sono tutte uguali e totipotenti. quindi non solo non succede nulla togliendo una cellula ma ogni cellula è identica alle altre.

nel caso della bimba inglese sono stati prodotti in vitro 11 embrioni.

di questi, sei  avevano il gene mutato e cinque erano sani.

di questi cinque ne sono stati impiantati (ricordiamoci che perchè da un embrione nasca un bambino occorre una pancia di mamma!) due e uno dei due si è sviluppato correttamente in una bella bambina.

adesso io mi immagino già tutte le binetti del mondo parlare di strage degli innocenti e di barbarie eugenetica.

come ho ripetuto fino alla nausea anche “madre natura” fa cose del genere. il tasso di abortività naturale è molto alto anche in condizioni “naturali”. (ma chi fa appello alla natura è gentilmente consigliato di smettere di cuocere il cibo, di prendere antibotici, di abitare in una casa di mattoni e tutto il corrimi dietro) .

e in ogni caso sì, lo scrivo qui perchè ne sono convinta.

preferisco “sacrificare” 10 embrioni di otto cellule ciascuno (lo ripeto: a tre giorni dalla fecondazione) per avere una bambina sana e una donna serena con tutta la sua discendenza.

sì, credo di voler più bene agli esseri umani che agli embrioni.

e adesso vediamo come mai in italia tutto questo non è possibile.

in italia non si possono fecondare più di tre ovuli per volta e è VIETATA qualsiasi analisi preimpianto.

se i tre embrioni si sviluppano vanno impiantati tutti e tre contemporaneamente.

quindi le coppie malate non possono usare la fecondazione assistita per avere figli sani.

perchè?

perchè solo il 25% di noi andò a votare a quel benedetto referendum che avrebbe dovuto abrogare quella legge vergognosa del governo berlusconi che fu scritta sotto dettatura di ruini e difesa dal comitato scienza e vita della binetti.

così, giusto per rinfrescare la memoria.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria e contrassegnata con , , , , , , , , , . Contrassegna il permalink.

9 risposte a benvenuta piccolina

  1. ADBlues ha detto:

    Per certa gente la definizione “sepolcri imbiancati” calza a pennello! (e lo dico dalla posizione di quello che molto probabilmente vedrà la figlia di sua cugina morire di fibrosi cistica tra una decina di anni).

    Mi unisco agli auguri alla piccolina appena nata.

    —Alex

  2. Bianca_Hamburg ha detto:

    Appartengo al quel 25% che ando’ a votare…ma non ho potuto nulla, purtroppo. Mi unisco agli auguri!

  3. Simona ha detto:

    non mi ricordare il referenmdum perché mi incazzo ancora.
    Facciamo tanti auguri alla piccina, e esiliamo finché siamo in tempo.

  4. La perfezione stanca ha detto:

    Già, il referendum! Maledizione a tutti i maledettissimi ignoranti che pullulano in questa maledettissima italietta da niente e maledizione anche alle maledettissime bizzoche come la Binetti! Umpf! Mi girano ancora le palle …. degli occhi!!!

  5. arry ha detto:

    eh, Lucia, te ancora non hai capito.
    eppure l’ha spiegato Lui, chiaramente. Basta sposare un figlio Suo e hai risolto tutti questi problemi: precariato cancellato, se vuoi un figlio e non lo puoi avere basta fare una vacanza in Spagna. Se un figlio “ti capita ” e non lo vuoi (e se dovessero toccare la 194) ti basterà andare in Svizzera.

    E come per magia… le leggi italiane non ti servono piu’!

    no, eh?

  6. lucia ha detto:

    già, come ho fatto a non pensarci prima! basta essere ricchi! che sciocca! :)

  7. Megant ha detto:

    Che dire, mi trovi d’accordo su tutti i fronti: come biologa e come persona affetta da una disfunzione cronica che potrebbe essere ELIMINATA DALLA FACCIA DELLA TERRA grazie all’analisi preimpianto.
    Tanto per fare un esempio pratico: in Sardegna per 10 anni non è più nato un bambino talassemico grazie a questo enorme passo della scienza. Ora, dopo la legge infame, chi ha i soldi va all’estero (la Turchia si sta specializzando nell’offrire l’intervento “sotto costo”) chi se la sente ricorre alla Corte di Cassazione…tutti gli altri generano figli incrociano le dita!
    Ma vorrei ricordare un’altra pesante incongruenza della legge: si devono tutelare gli embrioni…però poi entro il 4 mese si può abortire se il feto (che a quel punto è perfettamente formato) risulta malato DELLA STESSA MALATTIA PER CUI NON SI PUò FARE L’ANALISI PREIMPIANTO!!!!
    Ma che meraviglia di ipocrisia!
    Scusate lo sfogo…ma faccio parte di quel 25% che andò a votare il referendum!

  8. ecomamma ha detto:

    concordo su tutta la linea. penso però che questioni di cotanta importanza non andrebbero affidate a un referendum popolare ma a legislatori competenti e senzienti, privi di pregiudizi morali e aperti allo sviluppo scientifico non solo quando si tratta di telefonini.

  9. Any ha detto:

    non solo votai ma scrutai pure, e a quei due giorni si data il principio del mio riflusso acido.
    a pranzo s’è parlato di impossibilità di fatto a ricorrere a tecniche di procreazione assistita e di società con sede in svizzera e belgio che contattano italici genitori e permettono dietro doneiscion di 3000 leuri di conservare -in svizzera e belgio appunto perchè in italia ciò si vieta-le staminali del cordone ombelicale dei figli, in un’ottica casomai.
    e davvero tutto ciò mi suona male.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...