l’energumena

dove lavoro c’è una Frau gigante che assomiglia a Bud Spencer.

il brutto è che di Bud Spencer ha anche la voce baritonale.

e io la temo. ciecamente.

per paura di avvicinarla ho sempre accuratamente evitato di entrare in discorsi che la riguardassero o che potessero interessarla. fino a poco tempo fa non sapevo neanche in che reparto lavorasse. ora lo so.

dovevo trovare dei dati per dei documenti e così ho chiesto l’accesso all’archivio.

in generale io amo gli archivi, risolvono in parte il mio bisogno di ordine causato dal fatto che ordinata non sono. con Laruzzola abbiamo imparato a orientarci negli archivi più bui, più polverosi, più angusti del mondo.

ma niente assomiglia a un archivio tetesko. muri e muri bianchi, tipo manicomio, con piccole etichettine scritte a  mano con sopra il nome dei prodotti. dietro a ogni etichettina uno sportello, dietro lo sportello il lavoro di anni.

fa un certo che.

frau Manikuren (un nuovo personaggio delle mie frau, avrò modo di parlarvene, è molto gentile) mi ha aperto la porta, che l’archivio deve avere un accesso controllato. sennò che archivio è? e sono entrata.

ho cercato i faldoni che mi servivano e mi sono messa a cercare i dati in mezzo alle superkazzolen, le durchschnittsmasse, i wirkstofffreisetzung e tutte quelle amenità lì.

a un certo punto la vedo. sulla porta. i piedi piantati tipo vito gennaro catozzo. le mani sui fianchi.

frau Bud Spencer.

mi guarda insospettita.

io tremo.

le dico: “le serve posto? me ne vado subito!”

“NEIN. MA QVI CI SONO DELLE KIAVI DI SOLITEN!” mi sussurra sottovoce, a centottanta decibel.

io non capisco la parola “chiave” (Schlüssel) perchè presa dal panico.

la guardo e le dico: “schlüssel?” come se a ripeterlo potesse venirmi in mente.

“JA” e mi indica la serratura della porta.

in quel momento capisco che non mi stava dicendo: “io ti farò a pezzi bella bambina e poi ti mangerò in insalata come i biuste” ma che mi stava chiedendo “alla tedesca” se ero autorizzata a stare in archivio.

“ah, kapisken, sì, mi ha aperto frau Manikuren!” farfuglio in un tedesco così titubante da risultare colpevole.

la virago entra, si mette dietro a me. controlla ogni mio foglio. sento il suo respiro panciuto spostare l’aria e i miei capelli. penso che prima o poi riuscirò a uscire viva dall’archivio. finisco quello che devo fare, riordino i faldoni, ringrazio, sorrido, inciampo, esco.

giù per le scale scoppio. inizio a ridere. smetto tre piani più in basso.

ci mancava Frau Bud Spencer.

Questa voce è stata pubblicata in germagna e contrassegnata con , , , , . Contrassegna il permalink.

14 risposte a l’energumena

  1. Mana ha detto:

    Piu’ che un’azienda la tua sembra un harem…forse ti avra’ scambiata per Terence Hill, visti gli occhioni blu? E magari stara’ a scrivere sul suo blogghino “ho sempre voluto conoscere fraudelciaro, ma lei mi evitava sempre…fino ad oggi! E mi sono talmente emozionata che ho alzato la voce e le ho messo paura…e mo’ quando la ribecco??”

  2. Angelo ha detto:

    Concordo con mana. Mi spieghi perké Frau Manikuren? Per caso passa la vita a limarsi le unghie?

  3. lucia ha detto:

    sará argomento del post della pausa pranzo! ;)

  4. Donna allo specchio ha detto:

    Grande!! Fru Bud spencer! questa ci mancava!!!

  5. ADBlues ha detto:

    Oddio che ridere…
    I miei colleghi francesi mi stanno guardando malissimo!!!

    –_Alex

  6. zaub ha detto:

    Frau Bud spencer sarà come l’originale:)
    Burbera ja ma dal kvore tenero.
    E’ la modulazione della voce che le manca.
    Confidiamo:)

  7. arry ha detto:

    non era Vito Catozzo?! pocchiimmondocheciòsottoippiedi!

  8. jonuzza ha detto:

    non so come fai a resistere

  9. Angelo ha detto:

    Io la chiamerei FRAU PANZER…poi fai te…

  10. lucia ha detto:

    per jonuzza: basta trovarsi un pusher attrezzato!
    :)
    per arry: sí! mi sa che ho aggiunto un gennaro di troppo!

  11. 1,2,3 stella ha detto:

    che ridereeee!!!! :-D :-D :-D
    ma sai che bello se davvero come dice Mana pure il panzer c’ha il suo blogghino ???!! :-D

  12. arya ha detto:

    bellissimo!
    …sembra un racconto di S. King.

  13. lucia ha detto:

    vedo che l’energumena suscita molto più interesse di frau Manikuren.
    il nostro lato oscuro! :)
    se anche il panzer ha il blogghino secondo me lo scrive a mano in caratteri gotici e poi scannerizza. oppure usa un computer enorme, con dei tasti grandissimi, altrimenti verrebbe tutto scritto così: “xds ft kjoiokji” ha le dita troppo grosse per pigiare un tasto solo…
    per angelo: oppure frau Bulldozer! :)

  14. Angelo ha detto:

    Ah…bulldozer va anche meglio…ché ricorda il film di Bud Spencer…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...