i ffii

fio.JPG

a lucca non è che si parli proprio tanto tanto bene. forse capita a tutti, ma quando sento un lucchese parlare in televisione mi vergogno come una bestia e poi io parlo uguale

a lucca la c, che per esempio a firenze diventa una specie di h aspirata: “la hasa”, “la hoha hola” eccetera, se ne va completamente.

noi non diciamo “un fiho” si dice direttamente fio. in più se è al plurale e quindi preceduto dall’ articolo “i” si raddoppia la consonante iniziale.

i ffii.

boni.

stamani mi sono devastata sotto a un albero di fii (di cui la foto).

erano fii bruciotti, di quelli neri, che le labbra frizzano per via dello zucchero e del latte di fio che appiccica.

meravigliosi. intiepiditi dal sole, neri e rossi.

la pianta di fio è una pianta generosa, e facile, di solito bassa, anche i bimbi possono prenderli. ma MAI salirci sopra! “l’arco è di fio” diceva la mia nonna per definire una situazione precaria, perchè il legno del fio si rompe subito, non è solido come gli altri.

“essere un fio pallone” vuol dire essere tronfio di qualcosa che non vale nulla, come certi fii gonfi  tondi che poi sono insipidi.

il “fio dottato” è quello con la goccia in cima, miele delizioso.

“fio fiorone grosso e coglione” è invece una specie di fio, che li fa grossi, ma cattivi (come il fio pallone).

poi ci sono i ffii pregni, che a natale la zia aurora prepara con i fichi secchi, una noce dentro e foglie di alloro.

la marmellata di fii è buonissima, anche per le crostate (tipo giustappunto fii e noci… bona!).

“eh, tanto sei una bella fia!/un bel fio!” vuol dire che non è il caso di pretendere troppo. a lucca si usa anche al maschile, una pari oportunità alla carfagna.

insomma, come direbbe nonna ida: ne mangerei un sacco e una sporta!

(altra variante: li mangerei perfin in capo a un tignoso!)

fine della lezione di lucchese.

Questa voce è stata pubblicata in casa e contrassegnata con , , , . Contrassegna il permalink.

13 risposte a i ffii

  1. unodicinque ha detto:

    quest’anno ho provato a fare i ffii caramellati! Tre bei barattoloni con ffii di due alberi diversi, con un bel sciroppino zuccheroso che col formaggio di fossa si sposa per benino :o)

  2. navide ha detto:

    Io i fihi secchi li mangio con un pezzetto di noce vera e una noce di burro.. boooooooniiiiiii!!!!!!!!!
    (sbavo anch’io)

  3. Alex ha detto:

    Maremma come son boni i fichi!
    Non mi far pensare vai….

    —Alex

  4. vola ha detto:

    lucia mi hai fatto venire una tremenda voglia di fiiiii…. ;)
    alichesbava soprattutto dopo la ricetta di uno di cinque

  5. Parizio ha detto:

    E a Viareggio, ivece diano ” della fia” che con i fichi ci sta come il culo con le quarantore. meine liebe.

  6. lucia ha detto:

    a viareggio d’altronde si sa, “un giorno male, quell’altro péggio”!

  7. emi ha detto:

    “lo mangerei in capo a un tignoso” lo dice anche il mi’babbo che e’ di sant’ermete – cioe’ pisa, ma non vorrei s’offendesse. In particolare lui dice: è speciale! Lo mangerei in capo a un tignoso.
    È una frase tremenda (ma ci pensi alla scena??) ma rende parecchio.
    La “c” la togliamo senza aspirazioni anche noi pisani, e senza raddoppio della “f”.
    i fichi = ifii

    Buona giornata!!

  8. Valentina ha detto:

    Dunque, forse ti sembrerà strano (a me di più), ma lo scorso weekend sono stata a Lucca per festeggiare il mio compleanno… Dirai: embè? Ecco, sì, il fatto è che, se non ho preso una cantonata – sai, sono un pochetto ‘cecata – mi pare di averti incrociata domenica per le strade di Lucca, verso l’ora di pranzo. Passeggiavi insieme ad un ragazzo (ed io altrettanto).
    Sono rimasta talmente basita dalla cosa che mi sono inchiodata per la strada non sapendo che fare. Poi, saggiamente, tra il rincorrerti e urlarti “Bù!” alle spalle (lanciandomi in complicate spiegazioni di chi io fossi e perché e per come) e l’idea di lasciare un commento sul tuo blogghino per narrarti l’accaduto, ho optato per la seconda… :-)
    Però, se eri tu davvero, è stata una coincidenza davvero carina…
    V

  9. lucia ha detto:

    ciao vale!!
    mi sa che non ero io… domenica non ricordo di essere stata a lucca, sono stata al mare, poi a sfondarmi di fii e poi all´ aeroporco…
    se fosse stato sabato? non e´ che era sabato per caso?
    la prossima volta nel dubbio fammelo buh, cosi´ si scopre!
    :)
    bacissimi!

  10. Valentina ha detto:

    Può essere che fosse sabato… Non è che abbia una precisissima percezione del tempo! ;-)
    Comunque è incredibile l’effetto che mi ha fatto trovare nel reale un pezzo di virtuale, o meglio: scoprire che il virtuale è solo un altro modo di essere reale.
    La prossima volta ti faccio bù, promesso… :-)
    Un abbraccio.
    V

  11. lucia ha detto:

    bellO!!!!
    ganzo! sisisisi! fallO!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...