3. appena sposati con figli terribili

(se non capite come mai state leggendo questi raccontini cliccate qui)

C’è comunque un periodo nella vita di un figlio dove si ha l’assoluto dominio sui genitori.
E’ quel momento, breve e nello stesso tempo interminabile nel quale si è appena imparato a camminare decentemente e se si è baciati dalla grazia si ha anche un fratellino che lo sa fare da un po’ più di tempo.


Bambini del genere arrivano nel negozio uno in braccio alla mamma e l’altro nel passeggino. Dopo due minuti la mamma si stufa e scende il pargolo che per prima cosa va al passeggino cercando di sloggiare il secondo venuto. Il grado di pestilenza delle coppia si deduce da quello di spettinatura della mamma, la maggior parte delle volte accompagnata da un marito tanto inutilizzabile nel ruolo di padre autoritario quanto indeciso sul tipo di camicia che vuol comprare, ciò che rende la moglie alquanto nervosa.
Mentre servo i due ragazzi, rendendomi conto con terrore che avranno sì e no cinque anni più di me, i bambini si scatenano: si nascondono nel camerino mentre qualcun altro si sta cambiando, giocano con le pile delle scatole delle camicie facendo cadere quelle vuote, urlano come assatanati e si lasciano dietro un filo di moccio verde.
Io sono sul filo del rasoio: se combinano qualcosa il capo si arrabbierà con me perché non ci sono stata attenta, d’altronde hanno una madre e un padre, non vorrei si offendessero se riprendessi i loro figli. Il babbo e la mamma però sembrano rassegnati e gettano ogni tanto un’occhiata distratta, al limite per vedere che proprio non si facciano del male. Forse quando si hanno dei figli si deve spostare la soglia della preoccupazione e dell’ansia molto più sù di prima, altrimenti si impazzisce. Ma alla fine io sono stravolta, cerco di far notare alla mamma che il bimbo potrebbe farsi male, anche se vorrei dirle “Lega quella belva, razza di madre snaturata e rompicoglioni!”.
Quando poi i bimbi passano davvero ogni limite accade l’imponderabile: la mamma, spettinata, sudata, con un biberon con l’acqua in una mano, un pelouche sotto braccio ringhia al marito: senti, scegli alla svelta e andiamo perché non li sopporto più. Il marito però è ancora indeciso, pensa a un’eventuale cravatta, ma d’altra parte ora ha visto anche i pantaloni… “E se mi provassi una felpa?”. Lei emette un sospiro, i due bambini urlano insieme che hanno sete, lei esplode: parte uno sculaccione per uno ai pargoli, un occhiata di morte al marito.
Il marito prende la camicia, paga, saluta ed esce.
Il giorno dopo tornerà a cambiarla.

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

3 risposte a 3. appena sposati con figli terribili

  1. Paolo ha detto:

    Questo mi fa venire in mente due cose:
    1. Un lanciafiamme
    2. “Escono dalle fottute pareti!”

  2. Felipe ha detto:

    A me invece fa venire in mente una famiglia che è pressappoco così e che vive in centro a Lucca (non posso fare nomi, non voglio che si capisca di chi parlo perché qualcuno potrebbe conoscerli o magari gli stessi interessati hanno avuto modo di capitare su questo blog). Posso solo dire che ho visto solo una volta i loro figli e devo dire che sono uno peggio dell’altro. E la loro madre che fa? Un bel nulla. Bella sciagurata, e sciagurato pure il padre!

  3. Donna allo specchio ha detto:

    A me fanno venire in menti mia cognata col marito ed i 2 figli, 2 bambini affettuosissimi, ma tanto tanto rompicoglioni

    Grande il :“Lega quella belva, razza di madre snaturata e rompicoglioni!”.

    sapessi quante volte l’ho pensato….

    io capisco che il mio biondino non voglia avere figli, se questo è l’esempio che ha…..

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...