174 517 (primo levi)

Urs, un mio amico tedesco, è nato nel 1972. in sassonia. la sassonia è in germania, molto vicina alla polonia.

nel 1983 il suo babbo lo ha portato ad Auschwitz. perchè non dimenticasse.

non lo ha fatto.

ieri ne abbiamo parlato, in macchina, mentre andavamo a comprare il legno per la mia cucina.

Marc ha la stessa età, e un bambino bellissimo con sua moglie Maud che si chiama Yann. Anche Marc è tedesco, e Maud francese. nessuno dei due ha dimenticato.

quando sono stata a Parigi Marc mi ha portato al Père Lachaise. e insieme abbiamo pensato e ricordato.

siamo i nipoti di una immane tragedia. che ancora perde sangue.

non dimentichiamo mai.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

2 risposte a 174 517 (primo levi)

  1. yann+maud+marc ha detto:

    “Was einmal geschehen ist, kann immer wieder geschehen.” (Primo Levi)
    Mais peut-être il y a aujourd’hui lieu d’être un peu plus optimiste que Primo ne l’était… Nous, la “génération Erasmus”, nous saurons où frapper à la porte en cas de danger et d’exil, nous connaîtront les gens qui frappent à notre porte et nous les accueillerons avec amour et solidarité, et nous saurons avec qui organiser la riposte et la restistenzia en toute confiance…

  2. lucia ha detto:

    vi abbraccio tutti e tre. spero di vedervi presto.
    un bacio

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...