eh?

ho insegnato a Hans Jürgen a dire “eh?”

io, come credo tutti voi, uso questa interiezione o per rafforzare cun concetto( “buono, eh?” ) oppure quando sovrappensiero Hans mi chiede una cosa e io alzo la testa dal computer, metto un punto interrogativo in mezzo alla faccia e dico: “eh?”

le prime volte non capiva. poi ha iniziato a prenderci confidenza e ieri mi ha detto in inglese: “it´s a complicated situation eh?”

ho riso e gli ho chiesto come gli era venuto in mente di mettere un “eh” in fondo alla frase.

mi ha risposto che era la parola che gli era mancata in tutta la vita, che l´avrebbe usata ogni volta e che mi era molto grato.

alla faccia.

e io che pensavo di restare nel cuore della gente per chissá quali nobili motivi!

bisogna che mi ricordi di insegnargli “puppa”.

cosí non mi dimenticherá mai piú!

ps: permettetemi di parlare di sciocchezze proprio oggi che vorrei parlare di cose pesanti e gravi. a tutti quelli che ieri sera mi hanno mandato un sms o scritto chiedendo asilo politico in germania: venite. casa é aperta.

Questa voce è stata pubblicata in Senza categoria. Contrassegna il permalink.

18 risposte a eh?

  1. Arianna ha detto:

    Gli sms sono arrivati pure a me, prevedo orde di italiani emigrare presso gli amici/parenti all’estero. A casa mia ne posso ospitare un pó, al massimo quelli che non ci stanno in casa li metto a campeggiare in giardino…….
    A proposito del resto del tuo post, io invece qui ho insegnato a dire “mamma miaaaaaa”; a casa lo dico mettendo le mani in testa e perfino mia figlia ha giá imparato hehehehe

  2. Maya ha detto:

    Già, asilo politico…
    E pensare che avevo appena deciso di tornare a casa…
    Però avrei un’altra proposta in alternativa alla fuga all’estero: la secessione. Facciamo la Repubblica Indipendente Comunista d’Etruria? Io faccio il logo, voi cominciate a tirare su i muri e a chiudere i passi di montagna..

  3. gabry ha detto:

    perchè cosa è successo ieri??io ho un amnesia…ho cancellato tutto quello che è successo…non ricordo proprio….è successo qualcosa??
    eh? cosa??non ho sentito!:)

  4. marco ha detto:

    si, asilo politico in Germania. :-|
    Mancano 48 ore al Giorno della Memoria.
    Vergogna.

  5. lucia ha detto:

    marco scusa ma non ho capito.

  6. lucia ha detto:

    no, perché se per caso ti riferisci alla shoá ti faccio gentilmente ma fermamente notare che é stata la grande tragedia del novecento procurata da tedeschi e italiani. con la differenza che qui si sentono ancora in colpa (e giustamente) mentre in italia si fanno revisionismi e si usa la parola “rabbino” al posto di “avaro” oppure si usa la parola “ebreo” come insulto negli stadi.
    qui non succederebbe mai.
    ps: la sinagoga di dresda é aperta al pubblico, quella di roma deve essere presidiata dalla polizia per le minacce che subisce.
    io preferisco stare a dresda.
    grazie.

  7. Giorgiorgio ha detto:

    io offro ospitalità in Cina,accorrete numerosi EH !!

  8. Valentina ha detto:

    In effetti il tuo post è divertente (cavolo vuol dire, però, “puppa”?!), ma il tono dei commenti rivela tensione… e dove c’è tensione mi butto a pesce!
    ;-)
    Sì, il perdurare in Italia di una subdola forma di antisemitismo è una vergogna – come ormai quasi tutto lo è in Italia. Ma non è gradevole sentir dire che certe cose in Germania “non succederebbero mai”: neanche la Shoah sarebbe dovuta succedere, ma è successa. E non per iniziativa dell’Italia, se proprio vogliamo essere precisi.
    In Germania lo Stato ha organizzato e finanziato corsi di cucina nei campi di concentramento nazisti “per studiare il menu degli ex deportati”… Solo per citare la prima iniziativa raccapricciante che mi è venuta in mente.
    Non voglio fare polemica, ma solo dire che non ci sono “bravi” e “cattivi”, “furbi” e “scemi”, “innocenti” e “colpevoli”… ma siamo sempre un po’ di tutto questo insieme, e molto altro.
    V

  9. evidenza ha detto:

    puppa? che significa?
    W l’Italia! solo qui in Italia siamo capaci di vivere davvero una vita avventurosa, ma non come in Pakistan o nei paesi disastrati del terzo mondo, qui, diversamente, il popolo ha molte più opportunità! comunque il tuo tema è molto interessante a livello linguistico. da dove deriva “eh?” mi devo informare. forse, a una prima occhiata, da “che”.

  10. lucia ha detto:

    beh evidenza… se non sai che vuol dire puppa vuol dire che ti manca non solo qualche anno di studio di storia, ma anche un po´di sana cinematografia cult!
    :D

  11. lucia ha detto:

    per vale: era solo che il commento di marco “asilo politico in germania…vergogna..” mi pareva inutlimente polemico. o mi sbaglio? fra l´altro senza motivo direi.

  12. Alienor ha detto:

    L’idea di insegnargli anche “puppa” è semplicemente esilerante! ;)
    Sbirciata la tesi?

  13. zundapp ha detto:

    grazie del pensiero, ma è un pò troppo freddo per i miei gusti, stavo pensando di emigrare in qualche repubblica delle banane molto più civile e progredita di noi….

  14. valeriascrive ha detto:

    ai losangelini piace molto “BO” che vuole dire “non lo so”, ma che e’ piu’ bellino di “non lo so”

  15. Simona ha detto:

    :D insegnaglielo, così se viene in Italia inizia a usarlo come se nulla fosse e vedrai che risate vi fate (magari evitando di fargli fare troppe “figurette” ;) )

  16. nico ha detto:

    asilo politico in germania? Lucia ringrazio sentitamente ma non me la sento di masticare biuste dalla mattina alla sera, preferisco l’Italia … quello che ci tocca di masticare qui è assai più saporito … palati forti ci vogliono, palati forti…

  17. Giulio in Canada ha detto:

    a aaaa…. c’e l’ eh Canadese che e’ famoso — sopratutto per le centinaia di battutine che ci sono state attaccate… ci hanno scritto anche qualche raccontino corto e divertente….
    Lucia, ma lo sai gia’ — quell’ eh di cui Hans ti ringrazia ha molto piu’ valore di qualunque medaglia al valore della ‘qualita’ —
    Aho — io sto cercando di tornare al piu’ presto proprio per le elezioni e poi che faccio ?? trovo le citta’ abbandonate ??? tutti per l’asilo politico ??? aho….. suvvia, -ok, mi sono venute quasi le lacrime agli occhi ad un certo momento… ma… guardate che -ammesso che ci siano le elezioni— una buona campagna elettorale come si usava fare — costringere la gente a pensare un momento — ribattere tutte le bugie evitando le parole difficili… si fa cosi’…. Una cosa di cui ero critico di Prodi era proprio la scarsezza nella capacita’ di farsi conoscere dal pubblico…. un’altra cosa che mi e’ venuta in mente === non e’ buona etica, non e’ buona morale — ma c’e’ un proverbio che gira da ‘ste parti —che suona “A volte devi imparare ad essere piu’ sporco del tuo avversario”…. Vista’ la disonesta’ su tutti i fronti sarebbe ora di smetterla di fare la parte dei fessi onesti… almeno nell’ambito della Campagna Elettorale…… Ad esempio: fare un bel po’ di rumore a proposito della parzailita’ di Vespa e poi boicottare i Porta a Porta – dove ci facciamo costantemente brutte figure…. Porta a Porta fa ascolto perche’ c’e’ la rissa — elimina le cause della rissa, e la gente si va a cercare un altro canale….. suvvia !!!!!!!!!!!!!!!!!!!1

  18. lucia ha detto:

    e va bene, armiamoci e partiamo. anche stavolta. va bene. rimbocchiamoci le maniche e, come diceva un mio amico parlando francese puro “anche i coglioni”.
    va bene. ci sto. chiamo tutti e parlo con tutti.
    anche stavolta.
    va bene.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...