so glamourous!!!

scusate ma mi fa troppo ridere!

su repubblica di carta c’è la pubblicità di una rivista che si chiama glamour, (ma credo che non sia diversa da tutte le altre) che mette in copertina i soliti titoli che da anni mi fanno ridere tipo “cuore” bonanima.

in genere ci sono quelle frasi da femminismo buttato nel cesso tipo: “le dieci cose da dire al tuo lui” o “dieci trucchi per una cena insuperabile” ma stavolta c’è un paradosso logico meraviglioso!

in alto il primo titolo dice: “beauty mania, copia i trucchi delle dive”

appena sotto c’è: “io sono io! my style, lezione in fashion school, ovvero come inventarsi una moda molto molto personale”.

mitico. come “essere me stessa” me lo deve insegnare glamour, per di più dopo avermi insegnato a copiare i trucchi delle dive!

tutto questo è bellissimo. viva glamour, viva i giornali femminili!

nessun tag!

Questa voce è stata pubblicata in ruota libera. Contrassegna il permalink.

7 risposte a so glamourous!!!

  1. Dario ha detto:

    Copiare con stile, inzomma! :)

  2. lucia ha detto:

    ezatto! :)

  3. ecomamma ha detto:

    una mia carissima amica lavora proprio per quel giornale, a milano. una volta, quando era all’inizio, capitava che mi chiamasse in preda alle crisi di nausea. La sua direttrice (all’epoca un personaggio che si avvicinava incredibilmente a quella del film il diavolo veste Prada) spesso si svegliava con delle intuizioni che riferiva durante la riunione del mattino tipo: le donne oggi non amano condividere il sonno con altre persone, oppure, facciamo un’indagine che dimostri che le donne nascondono tutte dei segreti al loro partner… oppure: questo mese troviamo dieci donne tra i 20 e i 30 che lavorino in ufficio con mansioni medio-alte, che abitino in grandi città e portano il 38 di piede, che preferiscono fare l’amore in piedi…
    roba così insomma… spesso io ero una di quelle dieci :)

  4. lucia ha detto:

    vi capita mai di ascoltare caterpillar su radio due? tempo fa faceva la finta pubblicità di una rivista maschile che si chiamava “per lo men” era geniale, i titoli erano cose tipo: “misura la tua virilità, in regalo con per lo men il righello truccato”, o “via la pancia in tre secondi: scopri i miracoli del trattenere il fiato”! secondo me ce ne vorrebbero uguali per le donne: tipo: “labbra carnose in un secondo: scopri i vantaggi della violenza domestica”!

  5. tenda arancione ha detto:

    non c’entra niente, ma mi viene in mente la mia esperienza in un quotidiano locale.
    quando, all’inizio dell’estate, il caposervizio andava in ferie, l’allora vice (ora in pensione) veniva colto da panico.
    problema: come riempire le pagine locali senza correre il rischio di pubblicare notizie passibili di querela o, comunque, di rogne e grattacapi, magari con il politico di turno?
    soluzione: si chiama il “collaboratore giovane” e gli si fa fare un pezzo su… vediamo un po’… ah, sì: è luglio e fa caldo, fai un articolo sulle piscine. oppure: è luglio e fa caldo, fai un servizio sulle iniziative degli agriturismi. il culmine fu raggiunto durante i mondiali di calcio del 1994: avendo ormai già pubblicato il pezzo sulla piscina, quello sull’agriturismo e quello sulle vendite dei costumi da bagno, il “collaboratore giovane” si vide assegnare un fondamentale resoconto sulle bandiere dell’italia esposte alle finestre dell’amena cittadina di cui non farò il nome.

  6. Volevo scriverci qualcosa anch’io, su questa fesseria.
    Il cui senso è: “ahò, inzegnat’me nu poch’ a esse’ personala e a raffinatizzarmi nu n’altro poch’. A zquola de indevidualità. ”
    Che io, per diventare me stesso, debba copiare le starlettes Usa e getta di Hollywood, è una cosa che farebbe scompisciare. Se non facesse una terribile tristezza.

  7. Simona ha detto:

    La cosa che fa tristezza è che c’è chi compra quei giornali non per studi sociologici o per fari due risate..ma perché spera di trovarci suggerimenti utili! Non so se c’entra molto con questo argomento, ma ho fatto caso solo io al fatto che non eitono più i vestiti da bambine, ma solo taglie per bambina dai vestiti da ragazza? anche questo sarebbe un interessante studio sociologico…

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...